Nuoto

Regolamento
Record
Staff Tecnico
Risultati
Calendario di Disciplina
Borzacchini e Valori1

Siglato il protocollo d’intesa che lega in maniera ancor più salda le attività della FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e della FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico).

L’accordo, che prevede un rapporto di collaborazione nell’ambito delle discipline sportive degli sport acquatici praticati da atleti con disabilità intellettiva e relazionale, è stato firmato dai presidenti Marco Borzacchini e Roberto Valori, concordi nello sviluppo di una comune strategia nell’ulteriore sviluppo della disciplina.

Il rapporto riguarderà principalmente l’affiliazione delle società sportive ed il tesseramento delle persone, i calendari sportivi e l’organizzazione di eventi comuni, la formazione dei quadri tecnici e la promozione della disciplina, e sarà valido per tutto il quadriennio 2017/2020.

Andiamo ad analizzare più nel dettaglio i vari punti che costituiscono il fulcro del protocollo d’intesa.

Affiliazione delle società sportive e il tesseramento delle persone

Affiliazione e tesseramento alla FISDIR e alla FINP rimangono separati e distinti, dunque è prevista la doppia affiliazione delle società e il doppio tesseramento dell’atleta per partecipare ai rispettivi programmi sportivi delle due federazioni; in sede di prima affiliazione e rinnovo annuale, al fine di favorire le società sportive che intendono affiliarsi alle due Federazioni, verrà riconosciuto uno sconto del 50% sulle quote di affiliazione. In ambito di tesseramento sarà la FISDIR a fornire alla FINP ogni assistenza ai fini della classificazione nazionale ed internazionale degli atleti disabili intellettivi e relazionali, mentre la FINP si impegnerà – ai fini della tutela sanitaria – a recepire le norme regolamentari emanate dalla FISDIR.

I calendari sportivi e l’organizzazione delle manifestazioni

Obiettivo principale sarà quello di favorire la partecipazione degli atleti ai programmi sportive delle due entità, interagendo nella stesura dei calendari territoriali e nazionali ed organizzando eventi “comuni”, aperti dunque tanto alla disabilità mentale che a quella fisica e sensoriale.

La formazione dei quadri tecnici

Viene tracciato un percorso di formazione comune per favorire la preparazione dei quadri tecnici in tema di sport natatori destinati alla disabilità intellettiva relazionale, attraverso l’organizzazione di corsi nei quali la disabilità fisica, sensoriale e mentale verranno contemporaneamente affrontate.

Promozione della disciplina

I tre punti precedentemente segnalati trascinano con loro una naturale promozione, nonché l’ulteriore sviluppo della disciplina tra le persone con disabilità intellettiva e relazionale.

Il Presidente della FISDIR Marco Borzacchini commenta con queste parole il raggiunto accordo: “Il protocollo d’intesa con la FINP rappresenta la garanzia di un’ulteriore opportunità che viene garantita ai nostri atleti in termini di attività, integrazione ed interazione. La forza del nostro movimento è data anche dalla compattezza con la quale le diverse disabilità riescono a unirsi, nel tentativo di affrontare importanti sfide sportive e garantendo, come accade nello specifico con gli sport acquatici, un sempre maggiore sviluppo della cultura sportiva paralimpica”.

Sulla stessa lunghezza di pensiero il Presidente della FINP Roberto Valori: “Con questo accordo abbiamo definitivamente sancito l’apertura definitiva al paralimpismo per gli atleti disabili intellettivi e relazionali. Il processo, iniziato già con la loro ammissione nelle gare del programma paralimpico a Londra nel 2012 e proseguito con la partecipazione di Xenia Palazzo a Rio nel 2016, si prefigge obiettivi ambiziosi che nel loro sviluppo garantiranno un miglioramento quantitativo ma soprattutto qualitativo di questa disciplina tra le persone con disabilità intellettiva e relazionale, dimostrando altresì che la famiglia paralimpica si allarga, cresce ed  interagisce con l’unico obiettivo di migliorare la qualità dello sport nel nostro paese”.

Protocollo d’intesa Fisdir-Finp

 

fab_7644

Il Consiglio Federale, nella sua ultima riunione del 19 Novembre, ha approvato delle modifiche ad alcuni dei regolamenti presenti nell’offerta federale.
In particolar modo le modifiche riguarderanno il calcio a 5 e il basket.
Nel calcio a 5 il nuovo regolamento prevedrà quattro divisioni: divisione agonistica, C21 (sindrome di Down), Under 15 e promozionale.
Questo il commento del Presidente Marco Borzacchini ai cambiamenti intervenuti nel calcio: “Nel calcio si è rivelata necessaria una rivisitazione della divisione promozionale, con l’apporto ormai indispensabile di classificatori dedicati, i quali saranno deputati a stabilire i punteggi individuali e il livello prestativo di ciascuna squadra. Il tutto – prosegue Borzacchini – nell’ottica di rendere le competizioni il più possibile eque. Nell’ottica di dare un’opportunità alle giovani leve – richiesta avanzata a più riprese – è stata creata la divisione “Under 15”, una vera novità in ambito federale. Vedremo questi cambiamenti già a partire dai campionati italiani che si terranno, come già anticipato, a Roma, nel complesso paralimpico del “Tre Fontane”.

Regolamento Calcio 5

Norme Calcio a 5

Anche la pallacanestro vivrà un cambiamento importante, in quanto il settore tecnico ha previsto la suddivisione tra agonistico e promozionale, con quest’ultimo a sua volta splittato tra pre agonsitico e base.

Anche qui la puntualizzazione del presidente federale: “Anche per la pallacanestro è stata recepita la necessità di un cambiamento. Simile al calcio sarà la presenza di classificatori, chiamati a verificare i punteggi individuali e quindi il livello di squadra. L’innovazione si auspica possa essere viatico importante per assistere ad un torneo che metta in competizione squadre che partano da un livello di capacità similare. Infine, nel settore agonistico, l’obiettivo sarà quello di aprire la strada al rilancio di una disciplina che, durante i campionati europei Inas 2018 a Parigi, si troverà al cospetto delle migliori nazionali del continente”.

Regolamento Pallacanestro

Norme Pallacanestro

Di seguito riportiamo le altre modifiche riportate ai regolamenti in sede di consiglio federale:

Regolamento Nuoto Settore Agonistico

Norme Nuoto

Regolamento Tennis Tavolo Settore Agonistico

Regolamento Tennis Tavolo Settore Promozionale

Maria Bresciani_Portabandiera

Quasi 3 ore d’allenamento, dalle 15 alle 18, i coach a bordo vasca, ritmo intenso, momenti importanti di condivisione tra atleti e tecnici. La piscina comunale di Calusco d’Adda è stata teatro del primo allenamento non ufficiale della Nazionale di nuoto C21 FISDIR post Trisome Games, cui hanno preso parte Sabrina Chiappa, Francesco Piccinini, Dalila Vignando, Marco Di Silverio, Andrea Lunardelli, Giacomo Volpi, Federico Pizzini, Maria Bresciani, Andrea Scotti, Chiara Franza, Martina Villanova, Gianmaria Roncato, Roberto Baciocchi.
La sinergia esistente tra la PHB e il TNC Calusco ha generato questo primo stage, che si spera sia stato il primo una serie di incontri da svolgersi nell’arco della stagione, per valutare con maggior frequenza lo stato di forma degli atleti e dare la possibilità ai talenti lombardi di allenarsi insieme.

Marco Peciarolo è entusiasta: “Questa è stata una grande opportunità – dice il commissario tecnico della Nazionale –, in quanto non esistono molti momenti durante l’anno in cui posso visionare i ragazzi tutti insieme, se non in occasione dei Campionati italiani. Soprattutto questi incontri sono determinanti per cementare il gruppo e creare una dimensione di squadra che nei piccoli e grandi eventi risulta fondamentale, tanto quanto l’aspetto tecnico, in particolare per i ragazzi con la sindrome di Down. La Lombardia rappresenta la fetta più numerosa della nostra Nazionale – continua l’allenatore ternano -, quindi non si poteva non sposare l’idea di svolgere un stage in questo territorio. Ho avuto l’occasione di poter riprendere il filo del discorso dopo i Trisome Games di quest’estate e di potermi confrontare con i tecnici delle società lombarde che seguono gli atleti ogni settimana. Inoltre, l’opportunità di integrare nuove giovani leve nel gruppo storico della Nazionale, seppur per un solo pomeriggio, è importante per capire se dietro al team già affermato ci possono essere nuove forze da coltivare per il futuro”.

I tecnici delle società lombarde sono stati spettatori attenti e contributori importanti della sessione di allenamento coordinata dai coach Marco Peciarolo con Silvia Ferrari. Erano infatti presenti a bordo vasca il coach della PHB Dario Pressiani e i coach di OSHA ASP Como, Ice Club Como e Delfini Cremona, ad accompagnare i loro atleti nell’allenamento.

Molto soddisfatti anche Mauro Perico e Rosi Colnago, gestori della Piscina Comunale di Calusco d’Adda e coach del TNC Calusco, società con cui PHB collabora per allenare i suoi due atleti di maggior spicco, Sabrina Chiappa e Francesco Piccinini. “Abbiamo voluto fortemente questo momento – confessa Perico –. Ci stavamo pensando già in luglio in occasione dei Trisome Games. Da quando abbiamo accolto Sabrina e Francesco nel nostro gruppo abbiamo capito che potevamo dare il nostro contributo alla crescita del movimento FISDIR, e con Rosi abbiamo scelto di farlo mettendo a disposizione l’impianto di Calusco. Con PHB non potevamo che trovarci subito d’accordo, nell’interesse di uno straordinario gruppo di atleti e delle persone che dietro di loro li aiutano a essere protagonisti non solo in Italia, ma in tutte le competizioni internazionali”.

Trisome Games 2016

Firenze e la Toscana ospiteranno dal 15 al 22 Luglio 2016 la prima edizione dei Trisome Games, manifestazione riservata ad atleti con sindrome di Down impegnati in 9 discipline sportive: atletica leggera, nuoto, nuoto sincronizzato, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, futsal, judo, tennis e  tennis tavolo, cui al momento hanno aderito 34 nazioni provenienti dai 5 continenti con la presenza di circa 900 fra atleti e tecnici!

Numeri importanti per una manifestazione che si svolgerà tra “Stadio Ridolfi” (atletica leggera), “Piscina Costoli” (nuoto e nuoto sincronizzato), “Palestra Sorgane” (ginnastica), “Palestra Generale Barbasetti” (futsal), “Affrico” (judo, tennis e tennis tavolo); il “Trisome Village” , che verrà allestito nell’area della Firenze Marathon, nei pressi dello “Stadio Ridolfi” sarà il punto nevralgico nel quale culture e razze differenti entreranno in contatto dando vita ad una festa dello sport mondiale.

L’evento, organizzato dal Comitato Organizzatore Locale presieduto da Alessio Focardi, è stato assegnato all’Italia e nello specifico a Firenze dalla Su-DsSport Union for athletes with Down Syndrome – l’organismo internazionale che sovraintende lo sport per atleti con sindrome di Down.

La candidatura dei Trisome Games è stata fortemente caldeggiata dal Comitato Italiano Paralimpico e dalla FISDIRFederazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale – la federazione sportiva paralimpica responsabile dell’organizzazione e della gestione dello sport riservata ad atleti disabili intellettivi e relazionali. A Firenze questi atleti si sfideranno per una medaglia ma, allo stesso tempo, romperanno stereotipi passati e contribuiranno ad accrescere la cultura paralimpica nel nostro paese e non solo. Fondamentale il contributo di Inail e della Fondazione Italiana Paralimpica.

La nazionale azzurra sarà composta da 127 elementi, di cui 12 componenti dello staff nazionale, 4 di staff medico, 25 di staff tecnico (ripartiti tra le varie discipline) e 86 atleti tra atletica leggera, nuoto, nuoto sincronizzato, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, futsal, judo, tennis e  tennis tavolo.

Per visualizzare la squadra italiana digitate il link di seguito riportato:

Trisome Games 2016 – Delegazione Italia

image-13-06-16-09-59

Grandi successi giungono da Loano anche oggi, con  il medagliere azzurro che viene arricchito con altri, fantastici  podi.

Casali già vincitore di 2 medaglie d’oro (400 e 1500m stile libero), conquista un secondo posto nei 200 stile libero, dove  viene preceduto dal  francese Millet .

Gianluigi Franchetto si impone ancora su Paredes e conquista un altro oro nei 50 farfalla, gara che chiude in 30’’24

Arriva un argento anche dalla staffetta 4×100 stile composta da Zichella-Franchetto-Palazzo-Casali ,

Continuano a dare soddisfazioni questi nuotatori; ora l’ Italia vanta un palmares con 4 ori, 12 argenti e 4 bronzi.

Medagliere:
Oro – Kevin Casali 1500 stile libero
Oro – Kevin Casali 400 stile

Oro – Daniele Zichella 200 dorso

Oro- Gianluigi Franchetto 50 farfalla
Argento – Misha Palazzo 1500 stile

Argento – Casali 200 stile
Argento – 4×50 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×100 misto (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×100 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×200 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento 4×50 mista (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)
Argento – MIsha Palazzo 400 stile
Argento – Misha Palazzo 400 misti
Argento – Gianluigi Franchetto – 50 rana
Argento -Gianluigi Franchetto 150 stile libero                                                                             Argento- Gianluigi Franchetto 100 farfalla                                                                                 Argento – Rosanna Stufano 400 stile
Bronzo – Gianluigi Franchetto – 100 stile libero
Bronzo – Silvia Corradin – 50 farfalla
Bronzo – Kathrin Oberhauser – 100 rana                                                                                   Bronzo- Marco Scafidi- 50 stile

campionato-2014c

I nuotatori italiani ai Campionati Europei di nuoto a Loano continuano a vincere.

Medaglia d’oro nei 200 dorso in 2’46”08 per Daniele Zichella seguito da un altro argento per Franchetto nei 100 farfalla, preceduto dal fracese Dutter.

Un Secondo posto anche per  Rosanna Stufano che ha vinto la medaglia d’argento nei 400 metri stile femminili.

Infine Scafidi sale sul podio conquistando un bronzo nei 50 stile.

Medagliere:
Oro – Kevin Casali 1500 stile libero
Oro – Kevin Casali 400 stile

Oro – Daniele Zichella 200 dorso

Argento – MIsha Palazzo 1500 stile
Argento – 4×50 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×100 misto (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×200 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)
Argento – MIsha Palazzo 400 stile
Argento – Misha Palazzo 400 misti
Argento – Gianluigi Franchetto – 50 rana
Argento -Gianluigi Franchetto 150 stile libero                                                                             Argento- Gianluigi Franchetto 100 farfalla                                                                                 Argento – Rosanna Stufano 400 stile
Bronzo – Gianluigi Franchetto – 100 stile libero
Bronzo – Silvia Corradin – 50 farfalla
Bronzo – Kathrin Oberhauser – 100 rana                                                                                   Bronzo- Marco Scafidi- 50 stile

campionato-2014c

Seconda giornata di gare a Loano con altre cinque medaglie (1 oro, 2 argento e 2 bronzo), nell’edizione 2016 dei Campionati Europei Inas di nuoto in corso di svolgimento.
L’oro porta la firma di uno straordinario Kevin Casali che stravince nei 1500 metri stile libero in 7’50’’43, precedendo sul podio l’altro azzurro Misha Palazzo e il francese Deforge.
Il secondo argento lo conquista la 4×50 mista maschile, preceduta sul gradino più alto del podio dal quartetto francese.
I due bronzo li ottengono invece Gianluigi Franchetto nei 100metri stile libero (primo il francese Maillet e secondo il ceco Havlec) e Silvia Corradin nei 50 farfalla.
Medagliere:
Oro – Kevin Casali 1500 stile libero
Oro – Kevin Casali 400 stile

Argento – MIsha Palazzo 1500 stile
Argento – 4×50 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)
Argento – MIsha Palazzo 400 stile
Argento – Misha Palazzo 400 misti
Argento – Gianluigi Franchetto – 50 rana
Argento – 4×50 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)
Argento – 4×200 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Bronzo – Gianluigi Franchetto – 100 stile libero
Bronzo – Silvia Corradin – 50 farfalla
Bronzo – Kathrin Oberhauser – 100 rana

10354747_10204577316337363_3041878553183194135_n

E’ un’Italia che va, è un’Italia che vince quella impegnata all’edizione 2016 degli Europei Inas iniziati oggi a Loano.

La nazionale di Peciarolo conquista subito sette medaglie: 1 oro, 5 argento e 1 bronzo.

Kevin Casali è sul tetto d’Europa nei 400 metri stile libero, vinti dall’emiliano in 4’37’’55 davanti al connazionale ed esordiente Misha Palazzo e al francese Dutter. Splendida affermazione per l’ormai veterano azzurro che, assieme allo stesso Palazzo, Scafidi e Franchetto, si piazzano secondi nelle staffette 4×50 e 4×200 stile libero, entrambe vinte dalla fortissima nazionale francese.

Altri due argento li conquistano Gianluigi Franchetto, alle spalle di Havlec nei 50 rana maschili e Misha Palazzo, battuto nei 400 misti dal transalpino Deforge.

Infine bronzo per l’altoatesina Kathrin Oberhauser, che chiude i 100 rana alle spalle della portoghese Resende e della turca Tekin.

Molto contento dell’avvio il Referente Tecnico nazionale Marco Peciarolo: “Oggi è stata una giornata inaugurale per la nostra nazionale che, all’esordio, ha subito conquistato medaglie e dimostrato un livello altissimo. Il nuovo e il vecchio si amalgamano alla perfezione e questo ci fa essere una nazionale temibile in vasca. Francia e Spagna sono sicuramente nazioni attrezzate ma, credo, possiamo recitare un ruolo di prim’ordine in questo europeo di Loano

Medagliere:

Oro – Kevin Casali 400 stile

Argento – MIsha Palazzo 400 stile

Argento – Misha Palazzo 400 misti

Argento – Gianluigi Franchetto – 50 rana

Argento – 4×50 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Argento – 4×200 stile (Kevin Casali, Misha Palazzo, Marco Scafidi, Gianluigi Franchetto)

Bronzo – Kathrin Oberhauser – 100 rana