News

Lunedì 25 settembre alle ore 17.30 si terrà la cerimonia di inaugurazione del Centro di Preparazione Paralimpica situato in zona Tre Fontane a Roma.

All’evento prenderà parte il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Interverranno anche il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, la sindaca di Roma Virginia Raggi e il Ministro per lo Sport Luca Lotti.

Si tratta del primo centro sportivo polifunzionale, ideato e realizzato per favorire l’attività sportiva delle persone con disabilità.

Questo il LINK DIRETTA per seguire l’evento.

E’ grande Italia nella V edizione della Mezza Maratona Inas tenutasi nell’ambito della Maratonina Udinese.

Fabrizio Vallone ed Alessandro Tomaiuolo, sovvertendo tutti i pronostici, conquistano rispettivamente la medaglia d’oro e d’argento, contribuendo in maniera decisiva alla vittoria anche nella gara a squadra, dove l’Italia supera anche gli strafavoriti portoghesi.

Il siciliano Fabrizio Vallone vince la gara con il tempo di 1’14’’15, precedendo il suo amico e connazionale Alessandro Tomaiulo, argento con 1’14’’39.

Chiude il podio il portoghese Tiago Neves con il tempo di 1’16’’19. Sesto l’altro azzurro Alex Holtz che chiude la 21km in 1’17’’18.

La medaglia d’oro europa Vallone e la medaglia d’argento Tomaiuolo chiudono la Maratonina Udinese rispettivamente in 23esima e 24esima posizione assoluta, nella gara vinta dal rappresentante del Kenya Kiprotich Kigen Noah in 1’01’’12 davanti ai suoi connazionali Erik Koskei e Paul Mwangi.

Questo il commento del Presidente Federale Marco Borzacchini: “Siamo davvero felici per il risultato ottenuto dai nostri ragazzi, non capita tutti i giorni di fare una doppietta in un campionato europeo, per di più in una gara complessa come la mezza maratona. Le medaglie sono importantissime, è vero, ma il messaggio ancora più importante è quello di avere due nostri atleti in ventitreesima e  ventiquattresima posizione assoluta in una maratona riconosciuta a livello internazionale. Questo – continua il presidente – dimostra il valore assoluto dei nostri atleti che al di là della loro disabilità, mostrano un grande valore tecnico e di gestione della gara. Complimenti a Fabrizio ed Alessandro, ma in generale a tutta la squadra, che ha lavorato per ottenere questo splendido risultato”.

18a Maratonina Citta di Udine – Campionato INAS maschile

18a Maratonina Citta di Udine – Ordine d’Arrivo – V Half Marathon Inas

Nicole Orlando, in qualità di Ambasciatrice del Comitato Italiano Paralimpico, sarà presente a Taranto il prossimo 18 Settembre  in occasione della celebrazione dell’apertura dell’anno scolastico 2017, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Presidente del CIP Luca Pancalli.

L’evento si svolgerà presso l’Istituto comprensivo “Pirandello”, in diretta televisiva, dalle ore 11.00 alle 13.00.

Il Comitato Italiano Paralimpico, mercoledì 20 settembre alle ore 11.30 presso l’Atrio della Stazione Milano Centrale (ingresso da piazza Duca d’Aosta), presenterà alla stampa gli Ambasciatori dello sport paralimpico italiano. Il team, composto da 50 grandi campioni paralimpici italiani, capitanato da Alex Zanardi, partirà per un ideale viaggio nelle scuole, nei presidi sanitari, all’interno delle unità spinali con l’obiettivo di promuovere, attraverso le esperienze personali, l’importanza dell’attività sportiva per le persone con disabilità nonché far conoscere le opportunità offerte dallo sport paralimpico.

L’iniziativa sarà introdotta dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli. Interverranno il Ministro dello Sport Luca Lotti, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’assessore al Turismo, allo Sport e alla Qualità della Vita del Comune di Milano Roberta Guaineri, l’assessore allo Sport e alle Politiche per i Giovani della Regione Lombardia Antonio Rossi. Saranno presenti anche i rappresentanti dei partner del Comitato Italiano Paralimpico.

L’evento, organizzato con il sostegno di Ferrovie dello Stato e di Grandi Stazioni Retail e con il contributo dei partner Cip Eni, Inail, Mediobanca, Fondazione Terzo Pilastro, Rai e Toyota sarà preceduto dal racconto sui canali social del Cip e di Ferrovie dello Stato Italiane – sotto l’hashtag #CuoreParalimpico – dei viaggi verso Milano di tre grandi campioni come Bebe Vio (da Venezia), Martina Caironi (da Bologna) e Giulio Maria Papi (da Roma). I tre atleti risponderanno alle domande dei ragazzi di ‘NOISIAMOFUTURO’ (www.noisiamofuturo.it) a partire dalle ore 8.

Per motivi organizzativi è richiesto l’accreditamento a questo link o, in alternativa, inviando una mail a comunicazione@comitatoparalimpico.it

Si svolgerà domenica a Udine la Mezza Maratona Inas Europa. L’evento, inserito nell’ambito della 18° edizione della prestigiosa Maratonina Udinese, rappresenta un appuntamento fisso della podistica italiana da ormai quasi un ventennio.

Pronta la nazionale azzurra che prenderà parte all’evento, con i convocati che hanno già raggiunto il Friuli per prendere parte all’europeo.

Alex Holtz (Lebenshilfe Onlus), Alessandro Tomaiuolo (Gargano 2000 Onlus) e Fabrizio Vallone (Cus Palermo), accompagnati dai tecnici Diego Perez, Giovanni Cotugno e Giuseppe Raffermati rappresenteranno la nostra nazione nella competizione Inas. Giorgio Zanmarchi, Consigliere Federale sarà a capo della Delegazione. Per Alex Holtz si tratta di un ritorno in nazionale dopo i Global Games 2011, con l’atleta della Lebenshilfe che torna a vestire la maglia azzurra dopo le ottime prestazioni agli ultimi campionati di Roma in Luglio. Fabrizio Vallone, dopo l’apparizione ai Mondiali Inas 2016 di Ancona, si confronterà nel prestigioso evento continentale, al pari del pugliese Alessandro Tomaiuolo, alla terza apparizione nella specialità e sesto assoluto lo scorso anno ai Mondiali in Portogallo, quando chiuse la gara 1h15’43”.

Alla manifestazione Inas prenderanno parte anche atleti di Portogallo, Spagna, Polonia e Svezia.

L’evento continentale, già in passato ospitato in Italia e sempre ad Udine nell’ambito della Maratonina Udinese (2009), succede temporalmente a quelle organizzate in Francia (2005) e Portogallo (2007 e 2011). Ad Udine nel 2009, l’ucraino Andry Goliney, detentore del record mondiale ed europeo (1’08’’05), corse con il tempo di 1’10’’00. Tra i partecipanti all’edizione 2017 spicca il nome del Portoghese Jose Azevedo, due volte campione mondiale (2015 e 2016) e del connazionale Pinheiro, due volte campione mondiale (2013 e 2014) e europeo (2005 e 2011).

 

 

Si è tenuta nella giornata odierna, presso la Sala Giunta del Comitato Italiano Paralimpico in Via Flaminia Nuova, 830, la riunione programmatica del progetto “Valutazione Funzionale”, rivolto agli atleti Top Level della FISDIR praticanti atletica leggera e nuoto, specificatamente nelle categorie T20 ed S14.

Tale progetto nasce dalla sinergia tra FISDIR, il laboratorio funzionale del Centro “Don Orione” Ercolano e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli con lo scopo di effettuare periodiche analisi delle caratteristiche funzionali di ciascun atleta –  in riferimento alla specifica disciplina praticata – al fine di valutare ed ottimizzare i programmi di allenamento.

Il Consigliere Federale Francesco Ambrosio, responsabile del progetto, ha commentato con queste parole la riunione odierna: “La Fisdir sta lanciando un progetto molto ambizioso, unico nel suo genere che vuole testimoniare il grande interesse che la federazione rivolge ai suoi atleti top level in previsione degli importanti appuntamenti che riguarderanno atleti disabili intellettivi e relazionali e che terminerà con i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, che speriamo vedano bissata la partecipazione di atleti come accaduto a Rio nel 2016.

Hanno partecipato alla riunione il Consigliere Federale Francesco Ambrosio, la Dott.ssa Piera Marchettoni Medico Federale FISDIR, il Direttore Tecnico Nazionale Giancarlo Marcoccia, i referenti tecnici nazionali Marco Peciarolo (nuoto) e Mauro Ficerai (atletica), la Dott.ssa Angela Palomba e il professor Diego Perez per il “Don Orione Ercolano” e l’ing. Teodorico Caporaso in rappresentanza del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

A pochi giorni dal taglio ufficiale del nastro che darà il via all’edizione 2017 dei campionati Italiani di equitazione Fisdir, in programma a Bernalda (Matera) dal 14 al 17 Settembre in collaborazione con l’ASD La Cavallerizza e la FISDIR Basilicata, abbiamo voluto sentire le parole del referente tecnico nazionale Luciano de Santis, che commenta così l’evento: “Ho appreso con molto entusiasmo la scelta di organizzare l’evento a Bernalda. Ho avuto un’ottima impressione dei responsabili dell’evento, oltre il posto molto bello che potrà offrire ai nostri ragazzi tutti i confort di cui possono aver bisogno. Per quanto riguarda il numero dei partecipanti – prosegue De Santis –  47 atleti per un totale di 65 percorsi tra ginkana e dressage non sono pochi, anche considerando spesso le difficoltà le difficoltà economiche delle società che nell’equitazione, è noto, si amplificano ulteriormente. Il livello tecnico sta salendo ogni anno, ma il mio obiettivo e quello della Federazione è quello di riuscire ad inserire una nostra manifestazione all’interno di una competizione equestre di grande visibilità, per far conoscere sempre più la nostra realtà sportiva, sperando che a breve ci sia anche un ufficiale riconoscimento a livello internazionale, dopo la splendida esperienza dello scorso anno in Russia”.

Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, è stato eletto membro dell’executive board dell’Ipc (International Paralympic Committee). E’ la prima volta che un dirigente sportivo italiano entra a far parte della massima istituzione del movimento paralimpico internazionale. Luca Pancalli affiancherà, insieme agli altri ‘member at large’ dell’executive board, il brasiliano Andrew Parsons, eletto oggi presidente dell’International Paralympic Committee con 84 voti su 163.

“Voglio congratularmi con Andrew Parsons, nuovo presidente Ipc, per il prestigioso incarico ricevuto. Allo stesso tempo desidero esprimere un sentito ringraziamento al presidente uscente, Philip Craven, che con il suo prezioso lavoro ha saputo dare un grande impulso, una nuova prospettiva e grande visibilità a tutto il movimento paralimpico internazionale. Sono sicuro che Andrew Parsons sarà all’altezza delle grandi e importanti sfide che attendono il movimento paralimpico nei prossimi anni. Abbiamo ancora molto lavoro da portare avanti per affermare, attraverso lo sport, una diversa percezione della disabilità nonché garantire pari diritti e dignità a tutte le persone con disabilità”. E’ quanto ha dichiarato Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

“Non posso che esprimere soddisfazione per essere entrato a far parte del board dell’Ipc e ringrazio tutti coloro che hanno voluto sostenermi. Si tratta soprattutto di un riconoscimento a tutto il movimento paralimpico italiano che, in questi anni ha saputo proporre un modello organizzativo che è diventato un punto di riferimento a livello internazionale. La trasformazione del Cip in Ente Pubblico è, senza dubbio, un fatto nuovo che suscita grande attenzione e interesse”.

Il nuovo Executive board dell’Ipc – così come emerso dalla 18esima Assemblea Generale dell’International Paralympic Committee – oltre al presidente Andrew Parsons e Luca Pancalli, è composto dal Vice Presidente Duane Kale (Nuova Zelanda), Yasushi Yamawaki (Giappone), Mohamed Alhameli (Emirati Arabi), Tim Reddish (Gran Bretagna), Sung-il Kim (Corea del Sud), Debra Alexander (Sudafrica), Marianna Muffy Davis (USA), Leonel da Rocha Pinto, Juan Pablo Salazar, Rita Van Driel (Olanda).

“Sono emozionato, non so cosa dire – ha dichiarato appena saputo l’esito del voto Parsons-. Ringrazio tutti i membri IPC per la fiducia accordatami. Nel corso della mia campagna penso di aver illustrato cosa intendo fare come Presidente IPC e i votanti l’hanno capito, eleggendomi già al primo turno. E’ tempo di rimboccarsi le maniche, di collaborare strettamente con il CIO, per sostenere lo sport nel momento difficile che sta attraversando e per combattere insieme le stesse battaglie che abbiamo di fronte”.

 

Dopo Facebook e Twitter la Fisdir sbarca anche su Instagram, il famoso social network sul quale è possibile pubblicare foto, applicare filtri e condividerle.

Potete unirvi a noi cercando fisdir_italia !!!

Vi aspettiamo