VIRTUS Summer Games, l’Italia colleziona tredici medaglie dopo un giorno di gare Fisdir

VIRTUS Summer Games, l’Italia colleziona tredici medaglie dopo un giorno di gare

I Campionati europei VIRTUS, riservati ad atleti con disabilità intellettivo relazionale, sono iniziati nella giornata odierna. A Cracovia (POL) l’Italia compete in sei discipline, con atletica leggera e tennistavolo ancora in attesa di esordire.
CANOTTAGGIO – Nelle sfide indoor al remoergometro, i canottieri guidati dai tecnici Ariberti e Fuina hanno subito portato in dote tre medaglie: due ori individuali e un argento in staffetta. Nelle gare individuali, svolte sulla distanza dei 1000 metri, Marta Piccininno e Francesco Saverio Di Donato si sono laureati campioni d’Europa. I due atleti, accomunati dalla provenienza campana, hanno battuto la concorrenza degli avversari francesi, accreditati come favoriti. Marta ha fatto registrare il personal best grazie al 3:55.7, staccando Wattecamps di oltre dieci secondi. L’oro di Di Donato, invece, è arrivato al termine di una emozionante rimonta su Touchagues, ripreso a meno di 200 metri dal traguardo e staccato di 8 decimi (3:08.1). A livello di piazzamenti fuori dal podio registriamo il quarto posto di Elisabetta Tieghi nel femminile e il quinto e sesto posto nel maschile rispettivamente di Ahmed Hmoudi e Giulio Guerra.
La terza medaglia è arrivata dalla staffetta 4×500, composta da Piccininno, Tieghi, Hmoudi e Di Donato. In questa circostanza, il team Italia si è classificato secondo con il tempo di 7:19.00.
Martedì i canottieri azzurri saranno impegnati nella seconda e ultima giornata del loro Europeo. Il programma prevede le gare individuali sui 500 metri e la staffetta 4×1000 metri.
NUOTO – Giornata estremamente proficua per i nuotatori italiani. Se volessimo dare un titolo, sarebbe certamente: Italia da 10! Un voto che richiama le medaglie vinte nelle categorie II1 (QI inferiore a 75) e II3 (autismo ad alto funzionamento, QI maggiore di 75).
È Alessandro Agosto ad andare sul podio per primo. Esordiente in Nazionale, il triestino si prende un bronzo nei 200 dorso con tanto di nuovo record italiano: il 2:29.42 realizzato a Cracovia migliora il 2:33.16 che deteneva Zichella dal 2017. Un altro bronzo porta la firma di Marina Pettinella, specialista delle lunghe distanze. Negli 800 stile, il suo 11:27.44 vale il terzo gradino del podio. Stesso metallo per Giorgia Marchi nei 100 rana, con in più la soddisfazione di aver ulteriormente migliorato il record italiano che già le apparteneva, stampando un 1:22.89. Due gli argenti nella categoria II1. Il primo, in ordine temporale, lo vince Misha Palazzo nei 100 rana. Una gara dominata dal belga Parmentier, ma che ha regalato al veronese d’adozione il nuovo record italiano sulla distanza: 1:10.39. Grazie all’intramontabile Kevin Casali, festeggiamo anche una medaglia d’oro. L’Emiliano si prende il titolo di campione europeo negli 800 stile libero stracciando la concorrenza: lo spagnolo Peredes accusa un ritardo superiore ai 28 secondi, il turco Sezgin addirittura è staccato di 34 secondi. Per il ventinovenne Casali anche il nuovo record italiano che da oggi è di 9:01.03.
Nella categoria II3 Matteo Falchi e Federico Casara vincono due medaglie a testa. Il pontino si prende un oro (100 rana) e un argento (800 stile libero), mentre il monselicense bagna l’esordio in Nazionale con un oro (50 farfalla) e un argento (200 dorso).
Completa il programma gare la 4×100 mista stile con Marchi, Pettinella, Agosto e Palazzo che conquista il bronzo in 4:17.17. Squalificata, invece, la staffetta 4×100 misti, che era stata in grado di firmare un super record italiano (2:04.16).
PALLACANESTRO – A distanza di undici anni, è tornata in campo una selezione nazionale italiana di atleti Open. Sotto la guida di coach Bufacchi, assistito da Mocci e Tavian, l’Italbasket ha affrontato i padroni di casa della Polonia. Gara fortemente penalizzata dall’emozione che ha assalito i nostri Azzurri, capaci di tenere botta ai più rodati avversari, di costruire – a livello numerico – quasi gli stessi tiri, ma di fermarsi a un 10% di realizzazione nel pitturato che spiega il passivo di 66-24.
Per Virardi e compagni arriva già domani la possibilità di accumulare altra esperienza sul parquet. L’avversario sarà la Francia, squadra con fisicità di rilievo, ma battuta nella prima giornata dal Portogallo.
TENNIS – Tra i tanti esordienti in maglia Azzurra c’è anche Massimo Mottura, che è stato impegnato nei primi due match del suo calendario. Il bresciano ha ceduto il passo a Barker (AUS) e Sedlisky (CZE) con il medesimo punteggio: 6-1. Martedì l’ultimo match di qualificazione.
TENNISTAVOLO – Dato lo spostamento a martedì della gara a squadre, l’Europeo che riguarderà le nostre pongiste Borgognone e Spampinato non è ancora iniziato.

Sito della manifestazione: Virtus Europe Sports Game – #vesg2022