OSO, tre anni al servizio dello sport paralimpico - Fisdir Fisdir

OSO, tre anni al servizio dello sport paralimpico

Lanciata da Fondazione Vodafone Italia nel giugno 2017, la piattaforma ha permesso di convogliare le iniziative legate alla pratica sportiva di persone con disabilità

OSO – OgniSportOltre è stata una piattaforma unica nel suo genere, una piazza virtuale che ha visto radunarsi una comunità digitale grazie alla promozione delle attività sportive per persone con disabilità.
I NUMERI – In quasi tre anni di attività, Fondazione Vodafone Italia, attraverso OSO, ha sostenuto 200 progetti che hanno promosso l’inclusione delle persone con disabilità attraverso la pratica sportiva. Grazie ai bandi per il finanziamento diretto e alla piattaforma di crowdfunding, Fondazione Vodafone Italia ha aiutato oltre 400.000 persone a praticare attività sportiva e ha contribuito a sensibilizzare circa 6 milioni di persone sui temi della disabilità e dell’inclusione.
Da luglio sarà possibile l’accesso ai contenuti fin qui realizzati tramite una apposita sezione creata sul sito di Fondazione Vodafone.
FISDIR – La Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali ha potuto sviluppare ben due progetti grazie a Fondazione Vodafone e OSO – OgniSportOltre.
Il primo, TuffiAmoci, è stato dedicato al nuoto. Nel corso del 2018 è stato possibile raggiungere tanti studenti e informare dei benefici della pratica sportiva per ragazze e ragazzi con disabilità intellettivo relazionali. Oltre all’attività di promozione, sono stati effettuati due raduni di alto livello dedicati agli atleti della nazionale italiana, sia Open che C21 (sindrome di Down), con Saronno e Terni sedi delle attività. Sempre Saronno e in più Roma, invece, hanno ospitato il seminario “Affettività, sessualità e disabilità cognitiva”.
Il secondo progetto, Contropiede, ha riguardato il calcio a 5. Legato ad alcune zone italiane colpite da terremoto, il progetto ha permesso la formazione di nuove società e lo svolgimento di eventi nazionali e internazionali che hanno visto protagonisti i calciatori FISDIR. Nel 2018 a Santa Maria a Vico (CE) si svolto il Torneo delle Regioni, a Ferrara – nello stesso anno – il Campionato Italiano di calcio a 5. A Terni, invece, è andato in scena il Campionato Europeo FIFDS, riservato alla sindrome di Down, in cui l’Italia ha chiuso al secondo posto. Nel 2019, l’ultimo evento sostenuto da Fondazione Vodafone è stato il Mondiale FIFDS svoltosi in Brasile a Riberão Preto. Gli Azzurri, in quella circostanza, hanno concluso il torneo con un brillante terzo posto.
Rientra tra i finanziamenti diretti, invece, la OSO Cup 2018, manifestazione che a Firenze ha legato calcio a 5 e atletica leggera. Nel capoluogo toscano si sono dati appuntamento 600 atleti in rappresentanza di 65 società, a cui ha fatto da cornice il mondo scolastico rappresentato dai Licei Sportivi Studenteschi Gobetti Volta di Bagno a Ripoli, del Russel Newton di Scandicci e del Calamandrei di Sesto Fiorentino, coinvolti nell’evento anche grazie al seminario “Quel valore aggiunto”. Titolo che, a tre anni di distanza, può descrivere quel che ha rappresentato la piattaforma OSO – OgniSportOltre per i progetti sostenuti in favore delle persone con disabilità.