Ficerai:«Soddisfatto dei numeri, ad Ancona per ripartire insieme» - Fisdir Fisdir

Ficerai:«Soddisfatto dei numeri, ad Ancona per ripartire insieme»

Il Referente tecnico nazionale dell’atletica leggera presenta il Campionato indoor di Ancona
Manca un giorno esatto all’inizio delle gare al “PalaIndoor” e, nonostante il perdurare dell’emergenza legata al Covid-19, l’evento marchigiano sarà in grado di fornire preziose indicazioni sullo stato della disciplina e degli atleti partecipanti. «Quando abbiamo deciso di mettere in calendario la manifestazione – esordisce Mauro Ficeraile preoccupazioni, anche mie, erano tante. L’incertezza del momento ci ha fatto riflettere a lungo, ma anche la positiva esperienza degli Assoluti di Pescara dove un’ottima organizzazione ha consentito lo svolgimento delle gare in sicurezza, ci confortavano. Oggi, alla vigilia dei Campionati Indoor, mi ritengo soddisfatto. Le 23 società presenti con 71 iscritti per un totale di 161 atleti gara testimoniano quanta voglia di atletica e di sport ci sia. Credo che anche chi è rimasto a casa ne abbia altrettanta. La macchina organizzativa dell’Anthropos ha fatto uno sforzo incredibile per mettere a punto la logistica e il protocollo di sicurezza. Personalmente chiedo a società, tecnici e atleti di dare il massimo della collaborazione affinché la manifestazione possa riuscire al meglio e poter continuare a dare segni di ripresa e di normalità».
Ancona sarà l’esordio stagionale per tutti i partecipanti, al primo appuntamento del 2021, vista la conferma degli indoor a gennaio come lo scorso anno. «Dal punto di vista tecnico, oltre alla soddisfazione dei numeri che mi confortano, la partecipazione dei reduci di Brisbane è pressoché completa. Mancherà solo Mario Bertolaso a scopo precauzionale in quanto reduce da un lieve affaticamento muscolare. Gli altri saranno tutti presenti, a partire da Ndiaga Dieng (800) che ha iniziato il percorso per migliorare la sua prestazione sui 1500 che consoliderebbe la sua slot per Tokyo. Ci saranno anche Raffaele Di Maggio (60), Ruud Koutiki (200-400), Gaetano Schimmenti (60-200), Fabrizio Vallone e Simone Colasuonno (1500-3000), Alessio Talocci, Francesco Conzo e Luigi Casadei, Christian Lella (peso), Andrea Mattone (penthatlon). Al femminile saranno presenti Laura Dotto, pluriprimatista italiana (800-1500), e Chiara Masia (peso). Dobbiamo verificare – conclude Ficerai – le condizioni di Dieng e Di Maggio e cercare di agevolarli nella rincorsa alla convocazione per le Paralimpiadi di Tokyo».

 

Link risultati

Programma orario

Autocertificazione

Planimetria

Protocollo Anticovid-19