Atletica leggera, sei record italiani nella prima giornata di gare agli indoor - Fisdir Fisdir

Atletica leggera, sei record italiani nella prima giornata di gare agli indoor

Si apre positivamente la kermesse di Ancona. Sabato le ultime gare

Un solo pomeriggio di gare e 6 nuovi record italiani indoor. È questo il primo, lusinghiero, bilancio delle gare del Campionato italiano indoor che gli atleti con disabilità intellettiva e relazionale stanno affrontando al “PalaIndoor” di Ancona.
In un appuntamento ormai classico per il calendario FISDIR, che in questa edizione ha fatto registrare il record di atleti iscritti (124) nonostante un anticipo di due mesi rispetto alle date canoniche, il primo nuovo record italiano è arrivato in coincidenza della prima gara in programma. Nella categoria Open, Andrea Mattone (ASHD Novara) ha subito abbassato il tempo sui 60m ostacoli portandolo a 10”70. Non si è fatto attendere il primo record nella categoria C21, riservata alla sindrome di Down: Chiara Zeni (Ginnastica La Marmora Biella) ha corso i 60 m piani in 10”10, ritoccando di un centesimo il precedente record sempre da lei fissato un anno fa.
Nei 3000 metri marcia, prestazione superlativa di Andrea Romano (US ACLI III Millennio) che riesce a infrangere il muro dei 17 minuti e a completare la gara in 16’36”96.
Per il quarto record di giornata è necessario spostarsi in pedana e tornare nella categoria C21. Daniel Gerini (Fabriano Mirasole) fa record italiano nel getto del peso al primo tentativo (10,18 m), ma non contento allunga la fettuccia fino a 10,25m. Una misura che, in una gara outdoor, sarebbe valsa il record europeo.
Sempre in ambito sindrome di Down, lo specialista della marcia Stefano Lucato (ASPEA Padova, nella foto), ritocca il tempo sulla distanza dei 1500 metri, fissando il tempo a 9’52”53.
Il sesto e ultimo record di giornata porta ancora la firma di Andrea Mattone che, nel salto in alto, porta l’asta fino a 1,51 metri, migliorando di 14 cm il precedente primato italiano.
Sabato mattina la seconda parte del calendario, con le attese gare dei 200 e 800 metri. Gran finale riservato alle staffette 4×200 metri, sia Open che C21.

Questi i nuovi record italiani

CATEGORIA OPEN
60m HS                       Andrea Mattone (10”70)
Salto in alto                Andrea Mattone (1,51 m)
3000m marcia           Andrea Romano (16’36”96)
CATEGORIA C21
60 m                            Chiara Zeni (10”10)
Getto del peso            Daniel Gerini (10,25 m)
1500m marcia            Stefano Lucato (9’52”53)