Mondiali VIRTUS, l’Italia chiude la manifestazione con 17 medaglie ì Fisdir

Mondiali VIRTUS, l’Italia chiude la manifestazione con 17 medaglie

Anche l’ultima giornata di gare del Mondiale VIRTUS ospitato a Bydgoszcz (POL), ha visto la Nazionale di atletica leggera FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) tra le protagoniste sia in pista che in pedana. Ndiaga Dieng è il primo a essere impegnato in finale. Dopo aver dominato i 1500, l’italo-senegalese bissa l’oro anche negli 800. Si conferma così il mezzofondista di punta della Nazionale.
Due medaglie arrivano invece dai velocisti: Di Maggio e Koutiki sono rispettivamente secondo e terzo nei 200 metri. Troppo forte, su questa distanza, il francese Kouakou, battuto da Di Maggio nei 100 metri. Senza storia la staffetta 4×400: Di Maggio, Bertolaso, Koutiki e Dieng chiudono la gara in 3:29.09, conquistando l’oro mondiale e aggiornando il record italiano che resisteva dai Summer Games di Parigi 2018.
L’ultimo acuto arriva dalla pedana. Luigi Casadei trionfa nel lancio del giavellotto con un incredibile 53,37. La misura ottenuta dall’azzurro garantisce non solo la medaglia d’oro, ma anche il nuovo record europeo (e italiano) della specialità. Inoltre, l’atleta dell’Anthropos è stato premiato come miglior prestazione tecnica maschile della manifestazione. Sul podio anche Francesco Conzo, che ottiene una medaglia di bronzo con la misura di 41,42. Le 6 medaglie conquistate dai lanciatori FISDIR (peso, martello, disco, giavellotto), confermano la bontà del lavoro svolto in questo settore che si è affacciato per la prima volta in una competizione internazionale.
Si chiude così un Mondiale di alto livello per la nostra Delegazione, in cui l’Italia è giunta al terzo posto nel Medagliere. Rispetto ai Global Games 2019 le medaglie dell’atletica leggera sono passate da 7 a 17, con gli ori più che raddoppiati (da 4 a 9).

Medagliere ITALIA: 9 ori – 4 argenti – 4 bronzo

ORO
Fabrizio Vallone – 10000 metri (33:33.48)
Clarissa Frezza – 5km marcia (29:06.57)
Ndiaga Dieng – 1500 metri (3:59.97)
Alessio Talocci – Lancio del martello (33,76 + RI)
Raffaele Di Maggio – 100 metri (11.01)
4×100 Schimmenti-Koutiki-Bertolaso-Di Maggio (43.90)
Ndiaga Dieng – 800 metri (1:53.35)
4×400 Di Maggio-Bertolaso-Koutiki-Dieng (3:29.09 + RI)
Luigi Casadei – Lancio del giavellotto (53,37 + RE + RI)

ARGENTO
Cristian Lella – Lancio del martello (29,42)
Laura Dotto – 1500 metri (5:12.93)
Laura Dotto – 800 metri (2:31.63 + RI)
Raffaele Di Maggio – 200 metri (22.60)

BRONZO
Chiara Masia – Lancio del martello (32,16)
Alessio Talocci – Lancio del disco (30,13)
Ruud Koutiki – 200 metri (23.09)
Francesco Conzo – Lancio del giavellotto (41,42)