DSWorld2022, l'Italia conquista 9 medaglie e realizza un record del Mondo Fisdir

DSWorld2022, l’Italia conquista 9 medaglie e realizza un record del Mondo

Immaginare un inizio migliore di Mondiale sarebbe stata impresa ardua. 
In Repubblica Ceca, a Nymburk e Mladá Boleslav, gli Azzurri esordiscono in maniera dirompente, collezionando 6 medaglie d’oro e 3 d’argento.
Se il tennistavolo porta subito in dote una medaglia d’argento nella gara a squadre, è l’atletica leggera a fare bottino (quasi) pieno. Escluso Giannini nel triathlon (5° posto), in tutte le altre gare odierne i nostri atleti con sindrome di Down sono andati a medaglia.
Il primo oro è arrivato nella marcia femminile grazie a Giulia Pertile, ormai icona di questa specialità. Sulla distanza dei 1500 metri, l’Azzurra non ha rivali e tiene a distanza di sicurezza le turche Yilmaz e Demir. Stefano Lucato replica al maschile quanto fatto dalla Pertile e conquista la medaglia del metallo più pregiato battendo la concorrenza del compagno di Nazionale Nando D’Agostino, argento. Il duello tutto italiano si rinnoverà giovedì sulla distanza degli 800 metri marcia. Il doppio giro di pista sorride a Chiara Statzu: l’atleta sarda (mosaico) vince in 3:53.49 una gara senza rivali, dato che la turca Cevik arriverà al traguardo con poco meno di tre minuti di ritardo. Dalla pedana il secondo argento di giornata: lo conquista Nicole Orlando nel lancio del giavellotto. La biellese trova al quarto lancio il 13,74 che vale il secondo gradino del podio, alle spalle dell’irraggiungibile messicana Sanjuanita Vargas (14,90). L’argento nel giavellotto, però, non sarà l’unica gioia di giornata. Nel triathlon (100 metri, salto in lungo, getto del peso), Nicole si laurea campionessa del Mondo, concludendo il concorso con 2090 punti, davanti a Dabrowska (POL) e Petrikova (CZE).
La chiusura del programma, dedicata alle staffette 4×100, regala l’ennesima gioia alla Delegazione italiana, con a capo il Consigliere Federale Gaspare Majelli.
Nella finale femminile, Pertile-Orlando-Zendri-Zeni stracciano la concorrenza e portano il testimone al traguardo in 1:09.79, davanti a Repubblica Ceca e Polonia. Ancor più brillante la prestazione dei colleghi maschi: Mancioli-Giannini-Capitani-Piacentini (nella foto di Flavio Fransesini) fermano il cronometro a 59.58, tempo che vale il nuovo record del Mondo oltre alla medaglia d’oro vinta su Polonia e Messico.

Risultati

Fotogallery

Medagliere (al 21.6)
6 Ori
3 Argenti

Atletica Leggera

ORO
Giulia Pertile – 1500 marcia (12:18.09)
Stefano Lucato – 1500 marcia (9:51.86)
Chiara Statzu – 800 metri mosaico (3:53.49)
Nicole Orlando – Triathlon – 2090 punti
4×100 F (Pertile, Orlando, Zendri, Zeni) – 1:09.79
4×100 M (Mancioli, Giannini, Capitani, Piacentini) – 59.58 WR

ARGENTO
Nando D’Agostino – 1500 marcia (10:00.87)
Nicole Orlando – Lancio del giavellotto (13,74 m)

Tennistavolo

ARGENTO
Gara a squadre