Grande accoglienza per i campioni del mondo di basket

Festa per la Nazionale Basket
A Fiumicino è festa grande per la nazionale Fisdir di Pallacanestro con Sindrome Down Campione del Mondo. AdR accoglie i bis-iridati del basket al rientro dal Portogallo
Calorosa e festosa accoglienza all’aeroporto di Fiumicino per la Nazionale Italiana Fisdir  di pallacanestro con sindrome di Down, laureatasi ieri in Portogallo campione mondiale Iba21 per il secondo anno consecutivo.

 

Rientrati, nel primo pomeriggio con un volo di linea Tap da Lisbona, gli atleti, guidati dagli allenatori Giuliano Bufacchi e Mauro Dessì, sono stati accolti da applausi e dall’esecuzione dell’Inno di Mameli al nastro di riconsegna bagagli, una sorpresa ideata da AdR.

Gli azzurri, assistiti per tutto il tempo da ADR Assistance, società del Gruppo Aeroporti di Roma, che da oltre 10 anni assicura ai passeggeri con ridotta mobilità l’assistenza a terra, in partenza, in transito e in arrivo allo scalo internazionale, sono stati quindi accolti festosamente dal presidente Fisdir, Marco Borzacchini: “I ragazzi sono stati veramente bravi; hanno confermato che in questa disciplina l’Italia è ai vertici internazionali. Essere accolti festosamente in aeroporto da Adr fa piacere ai ragazzi: loro quando gareggiano rappresentano il nostro Paese e credo sia giusto dargli il riconoscimento che meritano”. I passeggeri e dipendenti aeroportuali li hanno riconosciuti congratulandosi con loro, oltre alle rappresentanze di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza dello scalo romano.

 

Emanuele Venuti (Anthropos Macerata), Andrea Rebichini (Anthropos), Antonello Spiga (AIPD Oristano), Alessandro Ciceri (Brianthea 84, Lombardia), Davide Paulis (AIPD Oristano), Alessandro Greco (Anthropos), hanno bissato la vittoria iridata già conseguita nella prima edizione del torneo giocato a Madeira. A Guimarães è arrivata la conferma del predominio superando in finale i padroni di casa del Portogallo per  36-22).

Nella prima partita del torneo la Nazionale Italiana si era imposta sulla Turchia per 26-11 con 16 punti realizzati dall’atleta (neo campione d’Italia) dell’Atletico Aipd Oristano, Davide Paulis, alla la sua prima convocazione in azzurro. Nel proseguo del torneo gli azzurri avevano già piegato i padroni di casa nel secondo incontro con il punteggio di 40-4.

“Complimenti alla nazionale italiana di basket composta da ragazzi con sindrome di Down. Un Dream Team che si è laureato per la seconda volta campione del mondo! Bravissimi. Applausi a scena aperta”. Così, su Twitter, ieri, ha salutato la vittoria il presidente del Cip, Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, oltre a ricevere le congratulazioni del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico.

Forse ti potrebbe interessare anche...