Special Sport Day: Fisdir presente a Udine e Perugia

Una mattina di belle emozioni e tanta partecipazione di studenti, autorità e campioni dello sport quella vissuta  nella tappa di Perugia del progetto nazionale Special Sport Day, con gli studenti delle scuole superiori che, insieme alle associazioni sportive e sociali locali, hanno vissuto da vicino la passione e l’impegno sportivo degli atleti disabili e delle loro famiglie. L’iniziativa, che è stata presentata da Giovanni Di Giorgi e Fabio Benvenuti, si è svolta presso la storica “Sala de’ Notari”, a palazzo Giusti, nel cuore storico di Perugia nell’ambito di un più ampio percorso di carattere nazionale che ha fatto già tappa a Roma, Cagliari, Napoli, Palermo, Ascoli ed Udine e nelle prossime settimane toccherà altre città italiane.

L’evento è stato promosso dalla DFG Sport con il patrocinio del Comune di Perugia e del Perugia Calcio, in collaborazione con AbbVie azienda biofarmaceutica, e DIY Do It Yourself, biglietteria per eventi. L’iniziativa e’ stata realizzata anche in collaborazione con i Comitati regionali del Cip e Opes e si propone di valorizzare lo sport come strumento di integrazione e dialogo, sensibilizzando sul grande valore dell’attività sportiva per le persone con disabilità.

Special Sport Day è realizzato con il patrocinio di: Coni, ANCI, Lega Calcio Serie A, Lega Calcio Serie B, Assocalciatori, Special Olympics, il programma internazionale riservato a coloro che hanno disabilità intellettiva, e FISDIR, la Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva.  

Gli studenti hanno ascoltato con grande attenzione le testimonianze dei tanti atleti disabili intervenuti, campioni olimpionici e mondiali, tra cui Luca Coletta, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Londra. Anche con l’ausilio di splendidi filmati, gli atleti hanno raccontato straordinarie esperienze di vita. Alla manifestazione hanno  voluto dare il loro importante contributo anche gli atleti del Perugia calcio, rappresentati in sala da Gianluca Comotto, calciatore che da gennaio veste i panni di club manager del Perugia. Grande l’entusiasmo delle centinaia di ragazzi che hanno affollato la Sala de’ Notari, anche per la presenza di due giocatori della Sir Safety Volley Perugia, che sta vivendo un momento straordinario in attesa della disputa della finale scudetto di serie A1. Il capitano della Sir Volley, Simone Buti, e il libero Andrea Giovi, hanno voluto esprimere importanti messaggi legati allo sport ed ai valori che esso può insegnare soprattutto alle giovani generazioni, diventando così testimonial del progetto insieme ad altri testimonial nazionali, tra i quali già figurano  Yuri Chechi e Kristian Ghedina.

Il saluto del Comune di Perugia è stato portato dall’assessore allo sport, Emanuele Prisco, e dagli assessori ai servizi sociali, Edi Cicchi, e alla scuola, Diego Dramane Wagué, che hanno sottolineato la necessitò di una azione comune per una sempre maggiore integrazione delle persone con disabilità e del loro diritto a poter vivere pienamente e senza barriere preclusive.

 Il format del progetto ha preso vita da una frase di A. Einstein: “E’ più facile spezzare un atomo che un pregiudizio”. Infatti, lo sport rappresenta per le persone

diversamente abili uno strumento di sviluppo delle capacità fisiche e psichiche, di crescita sociale e umana, per consentire una piena integrazione nella società con maggiore energia, vitalità e sentimenti positivi verso se stessi e gli altri.

Le prossime tappe di Special Sport Day saranno a Firenze (3 maggio), Milano (11 maggio) e Chieti (19 maggio).

Forse ti potrebbe interessare anche...