Sci Nordico, raduno a Colle Isarco. Il punto di Alberto Stella - Fisdir Fisdir

Sci Nordico, raduno a Colle Isarco. Il punto di Alberto Stella

Colle Isarco ospiterà, a partire da giovedì 23 febbraio, il raduno tecnico di sci nordico. Agli ordini del referente tecnico nazionale Alberto Stella, dell’allenatore nazionale Jean Paul Chadel, dell’assistente tecnico Giulio Mai e dell’accompagnatrice Annalise Schnitze, gli atleti Silvia Cattaneo, Luca Berardi, Peter Schroffenegger e Davide Binotti si riuniranno in provincia di Bolzano fino al 26 dello stesso mese, per preparare al meglio i mondiali di sport invernali Inas, fissati a Gourette (Francia) alla fine del mese di Marzo (27 Marzo – 1 Aprile).

Alla vigilia del raduno, il referente tecnico nazionale Alberto Stella ha commentato: “Abbiamo intrapreso un percorso condiviso che ha portato ad una pianificazione annuale dell’attività, un percorso dove – grazie all’appoggio Federale ed alcuni sponsor esterni – abbiamo previsto dei raduni estivi ed altri nel periodo invernale. A Colle Isarco abbiamo deciso di inserire due giovani leve che faranno parte del quartetto che partirà per Gourette e l’opportunità di avere i giovani per tre giorni in compagnia di atleti come Berardi  – che è nei primi cinque della classifica internazionale –  serve a far crescere il livello. L’aspetto tecnico non è valore secondario in quanto ho la fortuna di avere un allenatore come Jean Paul Chadel, e questo permette di lavorare anche nel  migliorare il gesto tecnico dei nostri atleti. Dobbiamo impegnarci molto anche sul gruppo staffetta, conosciamo bene le piste di Gourette e sappiamo che è un percorso molto tecnico ed impegnativo”.

Da un punto di vista tecnico, spiega ancora Stella “cercheremo di migliorare la resistenza e la tecnica dei nuovi, mentre per i senatori cercheremo di analizzare a che punto siamo con la preparazione concordata dal piano di allenamento. Lavoreremo anche sullo sprint, prova che in ambito nazionale non è stata ancora inserita nel programma dei campionati .

Stella, da questo quadriennio inserito anche nel Consiglio Federale in quota tecnici, analizza anche il presente ed il futuro della disciplina, con alcuni spunti davvero interessanti: “Come discusso in sede di riunione tra tecnici, dobbiamo tornare ad un campionato Italiano posticipato nel mese di marzo, per permettere alle società di allenare i ragazzi. Gli ultimi tre inverni ci hanno penalizzato, spostando a marzo l’evento è probabile che la neve ci sia ed è certo che i ragazzi abbiano sciato. I numeri sono costanti in questi anni, qualche nuovo atleta è stato trovate nelle finali nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi e il prossimo anno saranno in pista nel nostro circuito. Abbiamo notato un miglioramento tecnico nelle donne, mentre per i maschi i raduni nazionali hanno portato ad una crescita tecnica del gruppoattualmente Il prossimo quadriennio sarà utile per guardarci intorno e per trovare ragazzi che amano lo sci e che si avvicinino al nostro movimento”.

Gourette rappresenterà un punto di arrivo ma anche di partenza per il movimento sciistico italiano, lo sa bene il referente tecnico nazionale che con chiarezza afferma: “Andremo a Gourette con la convinzione di aver fatto un ottimo lavoro dal 2011 ad oggi, ma anche con la consapevolezza nel futuro di dover fare ancora tanta strada. Abbiamo cominciato alzando l’asticella del livello nelle competizione agonistiche, ma abbiamo anche la necessità di creare sinergie con gli Sci Club, dove i ragazzi agonisti devono andare ad inserirsi per una vera integrazione sociale e per una crescita tecnica. Guardo con molto interesse anche al mondo scuola, dove lo sci non è praticato come altre discipline, ma senza dubbio per il tramite dei Giochi Sportivi Studenteschi possiamo andare a rintracciare nuovi, potenziali talenti da inserire nei nostri ranghi”.

Inizia dunque a Colle Isarco la lunga marcia di avvicinamento ai  Mondiali francesi. Forza azzurri!