Mondiali Inas: oro Di Maggio, le staffette a medaglia – Fisdir

Mondiali Inas: oro Di Maggio, le staffette a medaglia

La seconda giornata porta in dote le prime tre medaglie azzurre nell’edizione 2016 dei Mondiali Inas di atletica leggera indoor.

Raffaele Di Maggio rompe subito gli indugi e, alla prima apparizione in nazionale, centra subito la medaglia più pregiata, vincendo l’oro nei 60 metri con un sontuoso 7’’11. Il quattordicenne siciliano si impone in una gara in cui ben figura anche Gaetano Schimmenti, quinto.

Dalle staffette 4×200 maschile e femminile arrivano altre due medaglie: quella femminile composta dalle giovanissime Dotto, Bidoia, Repetto e Cataldo si classifica terza dietro la staffetta spagnola e la sorpresa francese; quella formata da Di Maggio, Koutiki, Schimmenti e Di Mauro è addirittura argento dietro un’inarrivabile selezione spagnola ma davanti i quotati portoghesi

Tra gli altri azzurri Tomaiuolo è quinto nei 3000 metri vinti dall’ucraino Voluikevych.

Gracelino Barbosa (Capo Verde) nei 60 metri ostacoli, Berger Bjorn Oivind (Norvegia) nell’asta e Karolina Kucharczyk (Polonia) sempre nei 60 ostacoli infrangono i record mondiali nella specialità.

Lo spagnolo Rodriguez batte il connazionale Rodriguez e il capoverdiano Barbosa nei 400 metri marcando il nuovo record europeo, mentre il salto in lungo sorride ai paesi dell’est: Prudnikov (Ucraina) e Ristoski (Croazia) sono mondiali nel lungo.

Ucraina grande protagonista nei 60 metri e nei 400 femminili vinti da Iuliia Shuliar rispettivamente in 8’’32 e 1’03’’36, così come nei 3000 metri donne dominati dalla Kandyba e che alla fine permetteranno all’Ucraina di portare a 11 il computo delle medaglie totali dei sovietici.

La marcia (Isidro e Ramos) è affare portoghese, con i lusitani secondi nel medagliere davanti ai francesi, oggi in oro con Rumeau nel peso.

Medagliere:

1 Oro: Raffaele Di Maggio – 60 metri;

1 Argento: Staffetta 4×200 maschile;

1 Bronzo: Staffetta 4×200 femminile.

Risultato LIve