L’intervista: Tiziana Berti

Alla vigilia del Campionato nazionale di Judo che si terrà a Cesate (Mi) abbiamo voluto ascoltare le parole del referente tecnico nazionale di disciplina Tiziana Berti.

Cosa ti aspetti dall’edizione 2014 del Campionato Nazionale di Judo?

“Mi aspetto che le società si stiano preparando al meglio all’evento per garantire un livello migliore, per permettere un ulteriore sviluppo tecnico della disciplina. Il judo sono convinto si stia sviluppando anche a livello numerico, e questo credo sia il miglior auspicio per il futuro di questo sport”.

58 atleti iscritti in rappresentanza di 9 società, come giudichi i numeri di questa sesta edizione

I numeri possono essere sempre migliorati ma questo accade in ogni campo della realtà e della vita. Auspico comunque che le società praticanti il judo in Italia aumentino e si rendano sempre più conto dell’importanza e dell’opportunità di fare sport in FISDIR.

A Cesate avrai anche l’occasione di selezionare gli atleti C21 che a Povoa de Varzim, a fine maggio, avranno l’opportunità di confrontarsi nella prima manifestazione di judo dedicata ad atleti con sindrome di Down.

 “Il campionato sarà un test importante che verrà bissato dalla XII edizione delle Giornate dello Sport come Integrazione che si terrà a Ravenna dall’8 all’11 Maggio prossimo. Sono molto contenta per lo sbocco internazionale che i nostri atleti avranno nel judo all’interno della SU-DS, ma spero anche che questo possa essere un trampolino di lancio per uno sviluppo all’interno di INAS”.

Domani, presso il Centro Sportivo Comunale SSD Sporting Cesate l’inizio dell’evento.

Forse ti potrebbe interessare anche...