Italiani Indoor ad Ancona: 9 nuovi primati!

Terminata l’edizione 2017 dei campionati italiani indoor di atletica leggera è tempo di bilanci e  risultati. Nove in totale sono stati i record abbattuti al Palaindoor di Ancona, di cui sei nella prima giornata e tre nella seconda.

Nei 60 metri piani TF21 donne il primo lo va a stabilire Sara Spano (Sardegna Sport)  che con 10’’80 batte di un soffio Nicole Orlando (Ginn. La Marmora NO) (10.84), strappandole il record italiano che la biellese deteneva. Una buona partenza consente a Sara di prendere un leggero margine che la Orlando, pur in rimonta, non riesce a colmare sul traguardo. Gran bel progresso per entrambi, scese entrambe sotto al precedente limite nazionale. In ogni caso, Orlando si rifà poco dopo nel salto in lungo (3,25), dove aggiunge 2 cm al suo precedente primato italiano (3,23). Incoraggiante la condizione in crescita della biellese. Primato anche nei  400 metri TF21 Uomini dove Luca Mancioli (Pol. Dis. Fabriano) ritocca di 64’’ il precedente limite nazionale, correndo in 1’13’’79. Passaggio un po’ veloce ai primi 200 metri  ed un secondo giro inevitabilmente più lento, ma ciò non gli impedisce il netto miglioramento sulla linea finale. Grandissima gara nella 1,5 km di marcia TF20 donne; in due scendono di 50″ sotto il precedente primato italiano stabilito da Wanda Pacelli (Orionina Ercolano) un anno fa. La Pacelli prende la testa  fin dall’inizio imponendo un ritmo elevatissimo alla gara;  dietro di Clarissa Frezza, 13 anni appena compiuti, (ACLI III RM), non perde contatto dalla leader della gara che chiude in 8.55.57, a soli due secondi dalla medaglia d’argento (8.57.79). Altra piacevole sorpresa è quella di Giulia Sgoifo (Cus Ferrara) che nella sua gara di esordio nel mondo dell’atletica stabilisce il nuovo record italiano nei 1500 piani (TF20 donne) portandolo a 6.17.47 e destando impressione soprattutto considerando il ritmo certamente  elevato nei primi giri. Sembra avere un gran margine l’emiliana, che si allena nella specialità da soli 2 mesi. Gran bel 7”43 sui 60 piani per Gaetano Schimmenti (At. Osimo),  reduce dal sesto posto ai campionati europei Inas di Praga. Ottime prestazioni nei 60 donne TF20 anche per Florence Repetto (Anthropos Civitanova, 8’’92) e Eugenia Zucchiatti  (Giuliano Schultz, 8’’99),  entrambe per la prima volta sotto i 9.00 secondi, con la Repetto che si avvicina a soli 3 centesimi ad uno dei primati nazionali più datati. La prima giornata è chiusa dalla prestazione superba di Daniel Gerini (Dis. Fabriano) che, al quarto lancio della gara del peso TF21 uomini,  ritocca di 22 centimetri il suo vecchio limite portandolo a  9,63.

Nelle gare di domenica saranno altri tre i limiti nazionali infranti. Ad aprire le danze è di nuovo  Sara Spano (Sardegna sport), che abbassa di oltre due secondi (39’’07) il vecchio limite sui 200 metri di Nicole Orlando. Una gara accorta, con una buona distribuzione dello sforzo, consente alla sarda di far suo anche un secondo primato dopo quello dei 60 della prima giornata. Pochi minuti dopo il suo compagno di squadra Simone Nieddu (Sardegna sport) ritoccherà il suo stesso primato negli 800  metri TF21 uomini, portandolo a 3’08’’85. Una gara dispendiosa la sua, con un avvio troppo rapido ed un errore di valutazione dei giri, che gli fa perdere tempo prezioso, ma non ne impedisce di abbassare di 5 secondi il precedente record. Stupenda e combattutissima, infine, la gara dei 200 metri TF20 donne, perfromance nella quale le quattro atlete del giro della nazionale, Eugenia Zucchiatti, Marta Bidoia, Florence Repetto e Mame Diara Fall, danno vita ad una lotta che le porta tutte sotto i 32 secondi. La spunta Eugenia Zucchiatti (ASD Giuliano Schultz) che riscrive in 30’’10 il record dei 200 ritoccato solo qualche giorno fa da Marta Bidoia nel corso dei Campionati Europei Inas di Praga. Partenza velocissima della Fall. Più regolari le altre, soprattutto la Zucchiatti,  che alla seconda curva passa in testa e vola verso il nuovo record italiano. Da segnalare le buone prestazioni di Antonio Di Mauro negli 800 TF20 uomini e di Fabrizio Vallone nei 3000 metri che avvicinano i limiti nazionali.

Di seguito si trasmette il link per scaricare e visualizzare i risultati ufficiosi del Campionato Italiano FISDIR di Atletica Leggera Indoor s.s. 2017.

Campionati Italiani Indoor s.s. 2017 – Risultati ufficiosi

 

Forse ti potrebbe interessare anche...