Giornata Nazionale delle Persone con Disabilità Intellettiva

Nella mattinata di oggi Nicole Orlando, Kathrin Oberhauser e Raffaele Di Maggio sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell’ambito della “Giornata Nazionale delle Persone con Disabilità Intellettiva ”.

Al Quirinale i tre rappresentanti della Fisdir hanno avuto modo di ascoltare le parole del primo cittadino italiano e omaggiarlo con una tuta della nostra rappresentativa.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con le Federazioni Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) e Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) e con le Associazioni Anffas Onlus (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), Angsa Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) ed AIPD Onlus (Associazione Nazionale Persone Down). Presente anche una delegazione di atleti DIR, guidati dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli accompagnato dal Segretario Generale Marco Giunio De Sanctis, e dal Presidente FISDIR Marco Borzacchini.

Così il Capo dello Stato ha salutato i suoi ospiti: “Grazie a tutti i presenti: Federazioni, Associazioni, famiglie, per quello che fate in difesa dei diritti fondamentali e della Costituzione Italiana. Il 30 marzo è una data importante, per il Paese: nel 2007 è avvenuta la firma della Convenzine ONU sui diritti delle persone disabili, da quel giorno quei diritti integrano il nostro ordinamento, in termini di pari opportunità, inclusione sociale, progresso culturale. Con le persone disabili, cresce la qualità di vita di ciascuno: sull’unità e l’uguaglianza di tutti i cittadini sono nate l’Italia e l’Unione Europea, molti passi avanti sono stati fatti nella psicologia, nella pedagogia, nella scienza medica per considerare queste persone non pazienti, ma semplicemente cittadini. Anche lo sport fa molto, per tutti loro, è un magnifico volano di inclusione sociale: ringrazio Nicole Orlando per questa maglia che mi ha regalato, la considero di buon auspicio per tutti gli atleti che parteciperanno quest’anno alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio de Janeiro”.

Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin: “Vediamo intorno a noi i disabili senza guardarli veramente, per quello che sono: persone, non pazienti, e donne euomini con un mondo interiore, unici e insostituibili. Troppo spesso alle famiglie è mancato il sostegno delle istituzioni, si sono sentite esse stesse disabili. L’impegno, per il futuro, è di unire le competenze di due Ministeri: il mondo sanitario e quello socio-assistenziale, per accompagnare queste persone e le loro famiglie a diventare persone adulte, pienamente autonome e cittadini esattamente come gli altri. Ma ci impegneremo anche come Governo, collaborando con tutti gli altri Ministeri, ognuno per il suo comparto specifico, perché il tema ha portata generale, è un tema di dignità umana”.

Luca Pancalli ha salutato così il Capo dello Stato e tutti i presenti: “Grazie, Signor Presidente, per questo invito. Noi siamo una parte piccola e umile della società, siamo un pezzo della quotidianità di questi ragazzi, cui offriamo divertimento attraverso lo sport”.

Nicole Orlando, visibilmente emozionata, ha detto: “Sono felice e commossa di vedere il Presidente Mattarella davanti a me. Sono una campionessa di atletica, questa estate parteciperò ai Trisome Games di Firenze, e ballo alla trasmissione Ballando con le stelle. Il mio motto è ‘non mollare mai’, vietato dire ‘non ce la faccio’ “

Un bellissimo momento di sport e una stupenda vetrina per tutto il movimento paralimpico sportivo italiano.

Forse ti potrebbe interessare anche...