Nuoto Archivi - Pagina 4 di 32 - Fisdir Fisdir

Categoria: Nuoto

19 Settembre 2019

Europei Dsiso: pioggia di medaglie per gli azzurri


La seconda giornata di gare valevole per gli Europei di Nuoto Dsiso è un autentico tripudio per l’Italia.
Dalla vasca del Geovillage di Olbia arrivano altre 22 medaglie (15 nel nuoto e 7 nel sincronizzato) di cui 12 ori, 7 argenti e 3 bronzi che, sommati alle medaglie del giorno prima, portano a 36 il bottino azzurro.
19 ori, 10 argenti e 7 bronzi dunque il cospicuo bottino realizzato dalla nazionale italiana al giro di boa di questa edizione 2019 degli Europei Dsiso che oggi, 19 Settembre, prevede una giornata di riposo prima della ripresa delle gare prevista nella giornata di domani.
Dalila Vignando conferma il suo splendido stato di forma vincendo i 100 rana e i 400 misti battendo in entrambe i casi due compagne di squadra, rispettivamente Sabrina Chiappa e Maria Bresciani.
Chiappa e in special modo Bresciani avranno comunque le loro personali rivincite: la cremonese vince i 100 farfalla e conquista un altro argento nei 200 metri mentre Sabrina Chiappa è bronzo nei 50 metri dorso.
L’ultimo oro individuale di giornata è quello sui 50 farfalla di Paolo Alfredo Manauzzi che al traguardo precede l’altro Paolo, Zaffaroni; le staffette 4×100 stile mista, 4×100 mista femminile e 4×100 mista maschile – queste ultime con due record mondiali – ci fanno guadagnare altri 3 ori.
Italo Oresta è argento negli 800 stile, con il pugliese che bissa la medaglia di bronzo sui 200 dello stesso stile del girono precedente; Piccinini e Roncato (200 misti e 100 dorso) chiudono il medagliere italiano con due ottimi bronzi.
Il nuoto sincronizzato regala altre 7 grandi soddisfazioni alla nostra nazionale, con 5 ori e 2 argenti: il doppio free Travia/Feroci, quello tech Cantero/Sassani, la squadra, Marta Cantero nel solo tech e Livia Travia nel solo free sono sul tetto d’Europa, mentre Martina Sassani e Marta Cantero sono vice campionesse europee nel solo tech e nel solo free.

Medagliere Nuoto

Giammaria Roncato, oro 200 stile
Paolo Zaffaroni, oro – 100 rana
Maria Bresciani, oro – 50 farfalla
Maria Bresciani, oro 100 farfalla
Martina Villanova, oro – 800 stile libero
Dalila Vignando, oro – 100 rana
Dalila Vignando, oro 400 misti
Paolo Alfredo Manauzzi, oro 50 farfalla
4×50 mista maschile, oro (maschile (Piccinini, Zaffaroni, Manauzzi e Di Silverio)
4×50 mista femminile, oro (Franza, Villanova, Chiappa e Bresciani)
4×200 stile femminile, oro (Villanova, Vignando, Chiappa e Bresciani)
Staffetta 4×100 stile mista – oro
4×100 mista femminile – oro (Record Mondiale)
4×100 mista maschile – oro (Record Mondiale)
Francesco Piccinini – argento – 400 misti
Andrea Scotti, argento 100 farfalla
Dalila Vignando, argento – 200 misti
Maria Bresciani, argento – 200 stile libero
Sabrina Chiappa, argento – 100 rana
Maria Bresciani, argento – 400 misti
Italo Oresta, argento – 800 stile libero
Paolo Zaffaroni, argento 50 farfalla
Chiara Franza, bronzo – 100 dorso
Paolo Alfredo Manauzzi – bronzo 100 farfalla
Maria Bresciani, bronzo – 200 misti
Italo Oresta, bronzo – 200 stile
Sabrina Chiappa, bronzo – 50 dorso
Gianmaria Roncato, bronzo – 100 dorso
Francesco Piccinini, bronzo – 200 misti

Medagliere Nuoto Sincronizzato

Doppio Free Travia/Feroci, oro
Doppio tech Cantero/Sassani, oro
Squadra, oro
Solo tech Cantero, oro
Solo free Travia, oro
Solo tech Sassani, argento
Solo free Cantero, argento


18 Settembre 2019

Dsiso 2019: 13 medaglie all’esordio


Gli Europei DSISO iniziano subito nel migliore dei modi per la nazionale azzurra impegnata ad Olbia.
Nella prima giornata sono 13 le medaglie complessive conquistate dalla nazionale guidata da Marco Peciarolo: 7 ori, 3 argenti e 3 bronzi.
La prima medaglia la firma Martina Villanova negli 800 stile libero, dominando la gara e battendo la britannica Faithfull.Francesco Piccinini è argento sui 400 misti dietro l’inglese Birchmore ma davanti nel posio al portoghese Vaz.

Oro e record del mondo per la splendida farfalla di Paolo Zaffaroni, mentre Maria Bresciani si conferma campionessa di assoluto livello strappando l’ennesimo titolo europeo nei suoi 50 farfalla, gara da sempre gradita alla cremonese.
Sui 200 misti doppietta azzurra, con l’argento di Dalila Vignando e il bronzo sempre di Maria Bresciani; stesso epilogo al maschile nei 100 farfalla, gara che fa registrare la prima internazionale per l’esordiente Scotti – argento – e il bronzo di Paolo Alfredo Manauzzi.
Chiara Franza, al ritorno in nazionale, infiamma i cuori degli italiani con il bronzo sui 100 dorso, mentre Gianmaria Roncato è campione europeo nei 200 stile.

Chiudono una giornata trionfale gli ori nel e staffette 4×200 stile femminile (Villanova, Vignando, Chiappa e Bresciani), la 4×50 mista femminile (Franza, Villanova, Chiappa e Bresciani) e la 4×50 mista maschile (Piccinini, Zaffaroni, Manauzzi e Di Silverio), con quest’ultima che fissa a 2’28”48 il nuovo record mondiale di categoria

Medagliere
Giammaria Roncato, oro 200 stile
Paolo Zaffaroni, oro – 100 rana
Maria Bresciani, oro – 50 farfalla

Martina Villanova, oro – 800 stile libero
Francesco Piccinini – argento – 400 misti
Andrea Scotti, argento 100 farfalla
Dalila Vignando, argento – 200 misti
Chiara Franza, bronzo – 100 dorso
Paolo Alfredo Manauzzi – bronzo 100 farfalla

Maria Bresciani, bronzo – 200 misti

Italo Oresta, bronzo – 200 stile

4×50 mista maschile, oro (maschile (Piccinini, Zaffaroni, Manauzzi e Di Silverio)

4×50 mista femminile, oro (Franza, Villanova, Chiappa e Bresciani)

4×200 stile femminile, oro (Villanova, Vignando, Chiappa e Bresciani)


16 Settembre 2019

Europei Dsiso: tutto pronto ad Olbia


Cerimonia di Apertura

Inizia oggi, 16 Settembre, con la cerimonia di apertura fissata per le ore 18.00 al Getur Village di Olbia la quinta edizione degli Europei di Nuoto e Nuoto Sincronizzato Dsiso.

 

L’evento

Si svolgeranno ad Olbia dal 15 al 22 Settembre, presso la piscina olimpionica del Geovillage, i campionati europei DSISO (Down Syndrome International Swimming Organization) di nuoto e nuoto sincronizzato riservati ad atleti con sindrome di Down.
La manifestazione, assegnata dalla DSISO alla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), verrà organizzata dalla società ASD Progetto 2000 grazie al patrocinio e contributo della Regione Sardegna e del Comune di Olbia Assessorato allo Sport.
All’evento continentale prenderanno parte 19 nazioni; la formula “open” del campionato – giunto alla quinta edizione – garantirà la presenza di nazionali provenienti da Argentina, Messico, Turkmenistan e Stati Uniti, le quali andranno a completare il palco dei partecipanti – in totale 450 tra atleti (200), accompagnatori e supporters (250) – che daranno vita ad un evento unico nel suo genere e che esibirà i migliori talenti europei del nuoto per la specifica disabilità.
La cerimonia di apertura, fissata per il giorno 16 Settembre alle ore 18.00 presso la Sala Congressi del Geovillage di Olbia, aprirà ufficialmente gli Europei DSISO 2019.
Il Presidente della Fisdir Marco Borzacchini commenta con queste parole l’ormai prossimo evento che si terrà in Italia, nazione all’avanguardia nel settore dello sport riservato ad atleti disabili:
Ospitare nel nostro Paese un evento internazionale è sempre emozionante ma, soprattutto, un momento importante per divulgare l’ideale paralimpico di cui siamo portatori. La Sardegna in particolare è un territorio da sempre fondamentale nel nostro scacchiere federale; realtà all’avanguardia si sono andate sviluppando e radicando sul territorio isolano, contribuendo alla crescita qualitativa del nostro movimento. Per la prima volta Olbia sarà il meraviglioso teatro che ospiterà questa manifestazione riservata ad atleti con sindrome di Down, ragazzi che con la loro carica, energia e vitalità sapranno accendere i cuori del pubblico che, mi auguro numeroso, prenderà posto al Geovillage per assistere a giornate di sport e passione”.

Informazioni

Per visualizzare tutte le informazioni riguardanti la massima rassegna continentale di nuoto C21 digita il link:
www.dsiso2019.it

La Nazionale Italiana

Capo Delegazione: Marco Peciarolo

Staff tecnico Nuoto: Roberto CAVANA e Laura SALVALAGGIO;
Squadra Nuoto Femminile: Maria BRESCIANI (ASD Delfini Cremona Onlus), Sabrina CHIAPPA (ASD Delfini Cremona Onlus), Chiara FRANZA (ASD Rari Nantes Saronno), Dalila VIGNANDO (Osha ASP Como), Martina VILLANOVA (Sport Life Onlus ASD).
Squadra Nuoto Maschile: Marco DI SILVERIO (Osha ASP Como), Paolo Alfredo MANAUZZI (Polisportiva Hyerion Latina), Italo ORESTA (Gargano 2000 Giovinazzo), Francesco PICCININI (Phb Bergamasca), Gianmaria RONCATO (Sport Life Onlus ASD), Andrea SCOTTI (ASD Delfini Cremona Onlus), Paolo ZAFFARONI (ASD Delfini Cremona Onlus).
Staff tecnico Nuoto Sincronizzato: Floriana DE VIVO e Elisa FILARDO;
Sincronette: Marta CANTERO (ASD Chiavari Nuoto), Camilla FEROCI (Blu Alike ASD), Livia TRAVIA (Blu Alike ASD), Martina SASSANI (ASD Elpis).

 

Portabandiera azzurra sarà Marta Cantero.


11 Settembre 2019

Europei Dsiso: Marta Cantero portabandiera azzurra


Marta Cantero, atleta della Chiavari Nuoto, sarà la portabandiera italiana agli Europei Dsiso di nuoto e nuoto sincronizzato in programma ad Olbia dal 15 al 22 Settembre.

Chiavarese, 25 anni, Marta Cantero arriva a questo prestigioso dopo innumerevoli titoli conquistati nel nuoto sincronizzato: oro nella gara a squadre ai Mondiali 2018 in Canada, oro nel solo e nel duo ai Trisome Games 2016 e nei Mondiali 2014 in Messico.

A lei e a tutta la squadra azzurra un grandissimo in bocca al lupo per la splendida esperienza che tra pochi giorni inizierà in Sardegna.

 

 


29 Agosto 2019

Europei Dsiso 2019: il sito ufficiale


Europei DSISO – Olbia, 15/22 Settembre 2019

Gli Europei DSISO, manifestazione di nuoto e nuoto sincronizzato riservata ad atleti con sindrome di Down in programma ad Olbia dal 15 al 22 Settembre, iniziano a scaldare i motori.

 

 

 

 

 

 

Per visualizzare tutte le informazioni riguardanti la massima rassegna continentale di nuoto C21 digita il link:

www.dsiso2019.it

 

La nazionale azzurra

Capo Delegazione: Marco PECIAROLO

Staff tecnico Nuoto: Roberto CAVANA e Laura SALVALAGGIO;
Squadra Nuoto Femminile: Maria BRESCIANI (ASD Delfini Cremona Onlus), Sabrina CHIAPPA (ASD Delfini Cremona Onlus), Chiara FRANZA (ASD Rari Nantes Saronno), Dalila VIGNANDO (Osha ASP Como), Martina VILLANOVA (Sport Life Onlus ASD).
Squadra Nuoto Maschile: Marco DI SILVERIO (Osha ASP Como), Paolo Alfredo MANAUZZI (Polisportiva Hyerion Latina), Italo ORESTA (Gargano 2000 Giovinazzo), Francesco PICCININI (Phb Bergamasca), Gianmaria RONCATO (Sport Life Onlus ASD), Andrea SCOTTI (ASD Delfini Cremona Onlus), Paolo ZAFFARONI (ASD Delfini Cremona Onlus).
Staff tecnico Nuoto Sincronizzato: Floriana DE VIVO e Elisa FILARDO;
Sincronette: Marta CANTERO (ASD Chiavari Nuoto), Camilla FEROCI (Blu Alike ASD), Livia TRAVIA (Blu Alike ASD), Martina SASSANI (ASD Elpis).

 

 


30 Luglio 2019

Global Games 2019: la delegazione italiana


Definita la delegazione azzurra che dal 12 al 19 Ottobre prenderà parte ai Global Games 2019, il più grande evento sportivo riservato ad atleti disabili intellettivo relazionali.
L’evento, dopo le edizioni in Repubblica Ceca (Liberec 2009), Italia (Loano 2011) ed Ecuador (Guayaquil 2015), fa tappa in Australia, a Brisbane grazie all’organizzazione della Sport Inclusion Australia e sotto l’egida dell’International Federation for Athletes with Intellectual Impairments.
Dieci gli sports previsti nel programma della manifestazione: atletica, basket, ciclismo, futsal, rowing, nuoto, tennis tavolo, taekwondo, tennis e cricket, con un’affluenza di atleti prevista in oltre 1000 unità.


La nostra nazionale, che prenderà parte ai programmi sportivi di atletica leggera, nuoto, canottaggio e taekwondo, sarà composta da un totale di 31 persone, tra cui 5 componenti lo staff federale, 7 staff tecnico e 19 atleti.
Andiamo insieme a scoprire i nomi della delegazione azzurra:

STAFF FEDERALE
Capo Delegazione – Gaspare Majelli
Direttore Tecnico Nazionale – Giancarlo Marcoccia
Medico Delegazione – Angelo Palomba
Fisioterapista – Francesco Saponaro
Video Maker – Marco Gaviglia

ATLETICA LEGGERA


Staff Tecnico
Referente Tecnico Nazionale – Mauro Ficerai
Tecnico Nazionale – Orazio Scarpa
Atleti
Mario Alberto Bertolaso/Aspea Padova
Luigi Casadei/ Anthropos ASD Pol. E Cult.
Raffaele Di Maggio/ Anthropos ASD Pol. E Cult.
Ndiaga Dieng/ Anthropos ASD Pol. E Cult.
Ruud Lorain F. Koutiki Tsilulu / Anthropos ASD Pol. E Cult.
Gaetano Schimmenti / Anthropos ASD Pol. E Cult.
Fabrizio Vallone / Anthropos ASD Pol. E Cult.

 

NUOTO


Staff Tecnico
Tecnico Nazionale – Alessandro Cocchi
Tecnico Nazionale – Sabrina Da Col
Atleti
Kevin Casali/SEA Sub Modena ASD
Gianluigi Franchetto/OSHA Como
Francesco Maestoso/ASD TMA Group Italia
Giorgia Marchi A.D.U.S./Triestina Nuoto
Marina Pettinella/ASD CSI Trento Nuoto
Daniele Pio Zichella/ASS. Gargano 2000 Onlus Giovinazzo

 

CANOTTAGGIO


Staff Tecnico
Tecnico F.I.C.  – Pierangelo Ariberti
Timoniere  – Lorene Fuina
Atleti
Francesco Di Donato/Accademia del Remo
Serena Giorgetti/Canottieri Gavirate
Giulio Guerra/ SC Milano
Ahmed Hmoudi /VVF Tomei
Elisabetta Tieghi/Canottieri Gavirate

 

TAEKWONDO


Staff Tecnico
Tecnico FITA –Vito Semeraro
Atleti
Michele Cianciotto/Kim Yu Sin ASD


17 Luglio 2019

Trisome Games 2020: si vola in Turchia


 

 

 

L’evento

Sarà Antalya, in Turchia ad ospitare la seconda edizione dei Trisome Games, la più grande manifestazione internazionale riservata ad atleti con sindrome di Down che si svolge sotto l’egida della SU-DS, la Sport Union for Athletes with Down Syndrome.

La Turkiye Ozel Sporcular Sport Federasyonu guidata da Birol Aydin succederà alla Fisdir e all’Italia che, nel 2016, diedero vita ad una memorabile prima edizione dei giochi a Firenze.
Atletica, Pallacanestro, Calcio a 5, Ginnastica, Judo, Nuoto, Nuoto Sincronizzato, Tennis e Tennis Tavolo saranno gli sport rientranti nel programma della manifestazione in programma dal 31 Marzo al 7 Aprile di una ricca stagione sportiva che, come comunicato nella giornata di ieri, prevedrà anche i Winter Games 2020 proprio nel nostro paese.

 

Cerimonia di Apertura Trisome Games 2016

 

La nostra nazionale

I nostri azzurri si presenteranno in Turchia consapevoli della forza della nostra nazionale, capace a Firenze di conquistare la bellezza di 111 medaglie tra ori (47), argenti (34) e bronzi (30).
Presentato in questi giorni il logo ufficiale, inizia la strada che ci porterà a vivere il più importante evento riservato ad atleti con sindrome di Down del prossimo anno.

 

 


15 Luglio 2019

Intervista a Marco Peciarolo tra assoluti, europei, Global Games e accordo con la FIN


Ad un passo dalle ferie estive, spartiacque fondamentale tra la prima parte di stagione – conclusa con i campionati nazionali di Chianciano Terme – e la seconda con due grandi appuntamenti internazionali quali gli Europei DSISO che giocheremo in casa, ad Olbia, e i Global Games australiani, abbiamo voluto ascoltare le parole del referente tecnico del nuoto Marco Peciarolo, che tra una lezione in piscina e lavoro ordinario ci ha raccontato la sua opinione tra certezze, speranze e la consapevolezza che ogni giorno sia buono per permettere al nuoto Fisdir di fare un salto in avanti.

Ciao Marco, sono appena terminati i campionati italiani di nuoto e nuoto sincronizzato Fisdir: come giudichi l’organizzazione dell’evento e a che punto possiamo dire essere arrivato il movimento del nuoto italiano?
Dal punto di visto organizzativo vorrei sottolineare la superlativa macchina messa a punto per i campionati dalla Virtus Buonconvento, guidata questa in modo sapiente da Gianluca Valeri e dai suoi collaboratori che, per la terza volta, sono riusciti nell’organizzazione di un evento di assoluta qualità.
I numeri testimoniano l’ottimo lavoro sin qui svolto nel quadriennio: oltre 300 atleti e 80 società partecipanti ma, oltre all’aspetto numerico, mi piace sottolineare l’elevatissimo livello tecnico raggiunto dagli atleti, attraverso il prezioso, qualificato e quotidiano lavoro delle società sportive, sempre più attente alla cura dei particolari ed alla ricerca di atleti in erba che ogni vengono proposti in eventi nazionali”.

Siamo all’alba delle vacanze estive ma, appena termineranno, nemmeno il tempo di riconnetterci con la realtà e si andrà ad Olbia per gli Europei DSISO: all’ultima edizione dell’evento continentale non partecipammo ma ai mondiali canadesi abbiamo messo in fila tutte le nazionali più forti, chiudendo in testa il medagliere complessivo. Cosa ti aspetti dall’evento in Sardegna?
L’evento in Sardegna rappresenta un test importante, soprattutto perché segna un passaggio fondamentale in vista dei Trisome Games del prossimo anno. Uno sguardo attento sarà dato alle nazionali europee che ritroveremo in Turchia nel 2020; ovviamente ci soffermeremo anche sugli aspetti di squadra, considerando comunque possibili innesti di atleti giovani che stanno ben figurando in ambito nazionale. Partiamo con i favori del pronostico, è inutile nasconderci, ma dovremo combattere e sudare per confermare i nostri standard”.

Tra i convocati molte conferme, una new entry (Andrea Scotti) e due felici ritorni (Chiara Franza e Giamaria Roncato): dicci qualcosa su questa nazionale. Quali prospettive abbiamo?
La convocazione di Andrea Scotti rappresenta proprio l’ottimo lavoro societario di cui parlavamo precedentemente ma, anche e ci tengo a sottolinearlo, del capillare lavoro di osservazione dello staff tecnico nazionale.
Per Chiara e Gianmaria il ritorno in nazionale è emblematico del fatto che le porte non vengono mai chiuse e che le scelte che siamo chiamati a fare analizzano lo stato di forma di ognuno in corrispondenza dei grandi eventi ai quali siamo chiamati a prendere parte.
Mi auspico di avere conferme da parte degli altri atleti che compongono la nazionale, sfruttando tutte quelle azioni correttive apportate nell’arco della stagione.

Da Olbia poi andremo direttamente in Australia per i Global Games 2019: in Ecuador nel 2015 fortunatamente non andammo, la nostra ultima apparizione nella più grande kermesse dedicata ad atleti disabili intellettivo relazionali risale al 2011, proprio in Italia. Ti aspetti un movimento Inas in crescita? Come giudichi questa nuova ripartizione delle classi con l’inserimento delle classi II2 e II3?
L’evoluzione del movimento Inas ha imposto un importante cambiamento che apre agli atleti C21 (seppur a carattere dimostrativo) e agli atleti II3, che certamente hanno problematiche diverse rispetto alla classe II1; ciò a mio avviso garantirà l’allargamento del ventaglio di opportunità per i nostri atleti e un allargamento della base partecipativa e competitiva nei singoli eventi. Ai Global Games australiani mi aspetto un’Inas in crescita dal punto di vista qualitativo, anche se bisognerà vedere quanto l’imminente Paralimpiade di Tokyo inciderà sulla partecipazione degli atleti top”.

Nazionale collaudata quella di Brisbane con Casali, Franchetto, Zichella, Marchi e Pettinella. Nuovo innesto quello di Francesco Maestoso. Su chi punti di questi ragazzi?
“Mi aspetto molto da Kevin Casali, che per il nostro movimento rappresenta una garanzia e che mi auguro possa confermarsi nelle sue gare (200, 400, 800 e 1500). Giorgia Marchi è, anche in virtù della giovanissima età, una possibile sorpresa ma nel frattempo speriamo che la staffetta maschile e la mista mista ci diano soddisfazioni”.

È stato siglato pochi giorni fa un protocollo d’intesa con la FIN, quali pensi possano essere a breve i benefici di un accordo così importante siglato con una delle Federazioni più vincenti del panorama sportivo italiano?
L’accordo con la FIN, in cantiere da diverso tempo, rappresenta il passaggio definitivo, l’ultimo e decisivo anello che nei prossimi anni legherà sempre più il nuoto olimpico al nostro movimento, determinando un aumento numerico ed un sicuro passo in avanti dal punto di vista tecnico.
Per noi rappresenta un passaggio storico, con gli atleti Fisdir che saranno legittimati in tutto e per tutto a prendere parte ad eventi FIN, cosa che certamente schiude a nuove opportunità di confronto. L’accordo rappresenta anche un tassello fondamentale in ottica FORMATIVA, con i tecnici FIN che accederanno in via preferenziale alla nostra proposta di formazione federale, soprattutto in virtù del fatto che sempre più diffusa nelle scuole nuoto federali è la presenza di atleti dir, i quali vengono sempre più visti come un capitale, una risorsa in grado di completare la preparazione di un tecnico”.

 



Categorie