Atletica leggera

425 atleti, 51 società rappresentate, 257 titoli nel promozionale, 115 nell’agonistico e 53 nella categoria sindrome di Down: sono questi gli straordinari numeri del Campionato Italiano Fisdir di atletica leggera. L’evento, in programma dal 16 al 18 giugno presso il Centro Sportivo Olimpico Esercito “S.Abba” grazie alla straordinaria collaborazione dell’ Esercito Italiano, vedrà la partecipazione di tutti i migliori rappresentanti dell’universo degli atleti intellettivi e relazionali.
Lunedì 12 giugno, si è svolta la cerimonia di presentazione dell’evento. Presenti all’appuntamento i “padroni di casa”: il Colonnello Remo Del Favero, comandante della struttura che ospiterà le gare, e il Colonnello Giovanni Consoli, Capo Ufficio Sport V Reparto Affari Generali Stato Maggiore Esercito. Con loro il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e il Presidente della Fisdir Marco Borzacchini.
Ad aprire la serie di interventi il Comandante Del Favero, che ha ammesso: “E’ un onore, per l’Esercito, aver aperto allo sport paralimpico. Sono contento che avremo questa splendida opportunità di ospitare una manifestazione così bella e affascinante che, sono sicuro, avranno un esito meraviglioso“.
Questo centro è un’eccellenza – ha osservato il Colonnello Consoli – la collaborazione con il mondo paralimpico è qualcosa che l’Esercito ha sempre voluto e il successo straordinario dei recenti Trisome Games è la dimostrazione di quanto questa collaborazione abbia, stia e continuerà a dare ottimi frutti. Dare questa opportunità alla Fisdir è per noi motivo di orgoglio e lo faremo attraverso un supporto importante per tutta la durata della manifestazione“.
Dopo aver ringraziato i Colonnelli Del Favero e Consoli, Pancalli ha dichiarato: “La disponibilità dell’Esercito nell’aprire la propria struttura è il segno di un Paese che cresce e che cresce attraverso l’impegno delle Istituzioni. L’obiettivo è quello di uno sport che sia praticato da tutti e dunque la necessità è quella di lavorare perchè quelli che sono sotto al livello del mare riescano a emergere“. Parlando del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, il Presidente del CIP ha sottolineato: “E’ la risposta a uomini e donne che hanno pagato a caro prezzo il loro sacrificio“.
Tanti i ringraziamenti rivolti all’Esercito anche da parte del Presidente della Fisdir, Marco Borzacchini, che ha poi spiegato: “Nell’atletica leggera praticata da atleti disabili intellettivi e relazionali, l’Italia è certamente uno dei paesi all’avanguardia. Le gare di Roma saranno l’occasione per vedere una bella atletica – ha proseguito Borzacchini – fatta di persone che ci mettono volontà e forza per riuscire a far bene. Questi Campionati saranno importanti non solo sotto l’aspetto agonistico ma anche promozionale, consapevoli che anche attraverso questi eventi si riesce sempre di più a divulgare il valore del paralimpismo“.
La cerimonia di apertura prevista per il giorno 16 Giugno 2017 alle ore 15.00 aprirà di fatto la manifestazione, che proseguirà per tutto il weekend con gare nel livello agonistico e promozionale.

Quest’anno il Bridgestone Palio dei Comuni, che darà il via all’intenso pomeriggio prima della magica notte del Golden Gala Pietro Mennea, fa spazio a una staffetta di 200 metri composta da 12 atleti (e una riserva) con disabilità in rappresentanza di diverse federazioni paralimpiche. Questa staffetta propone un modello inclusivo che integra varie forme di disabilità e che dimostra come lo sport possa essere lo strumento capace di “trasformare la disabilità in superabilità”.

La squadra “Superabili si diventa” è composta primariamente da 8 giovanissimi tesserati della Fisdir, la federazione che si occupa della disabilità intellettiva relazionale che correranno insieme a un velocista con cerebrolesione, Marco Baldini, che lo scorso weekend ha vinto tre ori fissando tre nuovi primati nazionali nei 100, 200 e 400 T35 agli Assoluti Fispes di Isernia.

Con Marco ci saranno, tra gli altri, Tiziano Capitani, oro di staffetta nella 4×400 e argento nella 4×100 ai Trisome Games di Firenze del 2016 e tuttora detentore con il quartetto azzurro del record mondiale dal 2013, e Simone Buccarello specialista delle lunghe distanze. Gli atleti Fisdir normalmente gareggiano per la US Acli III Millennio, in un piccolo impianto di Torpignattara a Roma. Alla squadra si aggiungeranno 2 giovanissimi della SS Lazio, un ragazzo ipovedente delle Fiamme Azzurre e una ragazza non vedente di Tivoli.

La staffetta è stata organizzata dal tecnico delle Fiamme Azzurre Stefano Ciallella, componente della Commissione paritetica Fidal-Fispes-Fisdir che lavora per un’atletica leggera inclusiva in collaborazione con Gianni Alessio della società romana e con Mauro Zuliani.

L’edizione 2017 dei Campionati Italiani FISDIR di Atletica Leggera inizia già con un record: il numero degli iscritti.

A Roma, dal 16 al 18 Giugno presso l’impianto sportivo del CSOE “S.Abba”, saranno 463 gli atleti che si contenderanno i titoli italiani assoluti e promozionali; 284 nel promozionale, 126 nell’agonistico TF 20 e 53 nella categoria TF 21, un totale che frantuma ogni record in termini di presenze nella storia della Federazione con 52 società che approderanno a Roma infiammando l’atmosfera del Centro Sportivo dell’Esercito Italiano.

Alla manifestazione, che si svolgerà in collaborazione con l’Esercito Italiano, prenderanno parte i migliori talenti dell’atletica italiana.

Nella categoria TF 20 confermata la presenza di Ruud Koutiki (Anthropos), primo sprinter italiano ad aver partecipato ad una finale di una Paralimpiade (Rio 2016). Insieme a lui l’altra promessa marchigiana Dieng Ndiaga (Anthropos) che nello scorso mese di maggio ha fissato i due nuovi record italiani sui 1500 e 800 metri.  Non mancherà il veterano della nazionale Antonio Di Mauro (Orionina Ercolano), così come ci saranno tutti i componenti della nazionale agli ultimi mondiali Inas di atletica indoor di Praga: Florence Repetto (Anthropos), Eugenia Zucchiatti (Giuliano Shultz), Marta Bidoia (Aspea Padova), Gaetano Schimmenti (Atletica Osimo), che riabbracceranno anche Laura Dotto e Mario Bertolaso, assenti a Praga per infortunio che a Roma faranno rientro in pista. Unico assente l’attuale campione del mondo sui 60 metri indoor Raffaele Di Maggio, alle prese con il recupero dall’infortunio muscolare patito nella finale dei 60 metri in Repubbica Ceca, dove comunque conquistò un bronzo continentale.

Ottima la presenza anche nella classe 21, quella riservata ad atleti con sindrome di Down che, tra gli altri, vedrà la presenza della stella Nicole Orlando (Team Ability Biella) a caccia di nuovi record e, probabilmente, di rivincite contro la sua amica e collega di nazionale Sara Spano (Sa.Spo Cagliari), più veloce della biellese nelle ultime uscite. Tra gli uomini sarà grande sfida tra ancora tra Mancioli (Fabriano Mirasole) e Rondi  (Pol. Disabili Valcominica) nella velocità, con quest’ultimo chiamato a rispondere , nel salto in lungo,  al salto incredibile del francese Nicolas Virapin (4 metri e 52), nuovo primatista mondiale nella specialità. In questa categoria confermata la presenza di tutti gli alfieri della nazionale (eccezion fatta per Gabriele Festa, ritiratosi dall’attività) che ai Trisome Games 2016 di Firenze vinse la bellezza di 19 medaglie (7 oro, 6 argento e 6 bronzo).

Presentazione alla stampa prevista il giorno 12 Giugno alle ore 12.00 presso il CSOE “S.Abba”, mentre con la cerimonia di apertura di venerdì 16 (ore 15.00), avrà ufficialmente inizio la manifestazione che si concluderà nella giornata di domenica con le staffette.

Entusiasta il presidente federale Marco Borzacchini, che commenta così il prossimo evento: “Organizzare una manifestazione nella capitale rappresenta sempre una grande sfida che anche quest’anno, lo testimoniano le iscrizioni, ci danno l’idea di come questa sia stata vinta dal nostro movimento. Abbinare le gare dell’agonistico a quelle del promozionale – prosegue il numero uno federale –  rappresenta un segnale importante che vuole testimoniare innanzi tutto la forza di questa disciplina, capace di mobilitare una massa incredibile di atleti ma, soprattutto, dare l’idea del percorso che può essere effettuato all’interno dell’atletica leggera e le possibilità per ognuno di trovare lo spazio di azione più confacente alla proprie potenzialità e aspirazioni. Sono certo sarà uno spettacolo, sono convinto assisteremo ad una splendida manifestazione alla quale parteciperò con trasporto ed emozione”.

Iscrizioni Campionato Italiano Atletica Leggera – Roma, 16/18 Giugno 2017

Si svolgerà a Roma lunedì 12 Giugno alle ore 12.00, presso il CSOE “S.Abba”, la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Italiani di Atletica Leggera Agonistico e Promozionale, manifestazione in programma nella capitale dal 16 al 18 Giugno ed organizzata in collaborazione con l’Esercito Italiano.

 

A Roma si svolgerà l’edizione 2017 del campionato italiano di atletica leggera promozionale e agonistico. Appuntamento fissato per il 16/18 Giugno presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Caserma S.Abba.

Si ricorda che il termine ultimo per indicare nel dettaglio i partecipanti alla manifestazione (Allegato B) e presentare il “Modulo Richiesta Trasporti”( Allegato C)scadrà il 5 Giugno.

Per i dettagli sulla manifestazione si prega di visitare il link: http://www.fisdir.it/circolari/circolare-9-campionato-italiano-di-atletica-leggera-promozionale-ed-agonistico-fisdir/

Per quanto concerne i pasti, sieti invitati a consultare la documentazione di seguito riportata:

Informativa Pasti

Modulo Prenotazione Pasti

È stato firmato a Roma il protocollo d’intesa tra la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali (FISPES) e la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali (FISDIR) che rafforza la cooperazione tra le due Federazioni verso un’integrazione sempre più concreta per includere nei programmi di Atletica leggera paralimpica le persone con disabilità intellettiva e relazionale.
Promotori dell’accordo sono stati i due Presidenti, Sandrino Porru per la FISPES e Marco Borzacchini per la FISDIR che si sono ritrovati nella sede federale di Via Flaminia Nuova per la sigla dell’importante documento che apre nuove prospettive di sviluppo in Italia per la disciplina.
L’intesa si fonda su tre pilastri fondamentali. Il primo riguarda il consolidamento della compresenza delle due Federazioni nell’organizzazione di manifestazioni sportive di Atletica leggera; il secondo punta ad un percorso di avviamento comune e condiviso nel settore delle classificazioni ed infine l’ultimo prende come riferimento l’attività di promozione per la diffusione della pratica sportiva tra le persone con disabilità intellettiva relazionale.
Il Presidente della FISPES Porru sottolinea l’importanza di quest’accordo: “Si tratta dell’ennesimo passo storico che sancisce concretamente l’ingresso in modo ufficiale della disabilità intellettiva relazionale all’interno di un percorso paralimpico, offerta che mancava nello scenario nazionale. Sono sicuro che con la FISDIR riusciremo a raggiungere grandi traguardi includendo tra atleti top level anche i ragazzi con tale disabilità”.
Il Presidente FISDIR Borzacchini dichiara: “L’accordo mira a dare agli atleti disabili intellettivi e relazionali una ulteriore possibilità di confronto e l’opportunità di gareggiare, per quanto riguarda l’attività internazionale, tanto in ambito Inas e SU-Ds quanto in ambito IPC. Quello con la FISPES rappresenta un accordo che, sono sicuro, ci permetterà di raggiungere importanti traguardi sportivi”.

Oggi intanto a Roma si è tenuta la prima riunione della Commissione paritetica per l’Atletica leggera che unisce FISPES, FISDIR e FIDAL.

Protocollo d’intesa FISPES FISDIR

Terminata l’edizione 2017 dei campionati italiani indoor di atletica leggera è tempo di bilanci e  risultati. Nove in totale sono stati i record abbattuti al Palaindoor di Ancona, di cui sei nella prima giornata e tre nella seconda.

Nei 60 metri piani TF21 donne il primo lo va a stabilire Sara Spano (Sardegna Sport)  che con 10’’80 batte di un soffio Nicole Orlando (Ginn. La Marmora NO) (10.84), strappandole il record italiano che la biellese deteneva. Una buona partenza consente a Sara di prendere un leggero margine che la Orlando, pur in rimonta, non riesce a colmare sul traguardo. Gran bel progresso per entrambi, scese entrambe sotto al precedente limite nazionale. In ogni caso, Orlando si rifà poco dopo nel salto in lungo (3,25), dove aggiunge 2 cm al suo precedente primato italiano (3,23). Incoraggiante la condizione in crescita della biellese. Primato anche nei  400 metri TF21 Uomini dove Luca Mancioli (Pol. Dis. Fabriano) ritocca di 64’’ il precedente limite nazionale, correndo in 1’13’’79. Passaggio un po’ veloce ai primi 200 metri  ed un secondo giro inevitabilmente più lento, ma ciò non gli impedisce il netto miglioramento sulla linea finale. Grandissima gara nella 1,5 km di marcia TF20 donne; in due scendono di 50″ sotto il precedente primato italiano stabilito da Wanda Pacelli (Orionina Ercolano) un anno fa. La Pacelli prende la testa  fin dall’inizio imponendo un ritmo elevatissimo alla gara;  dietro di Clarissa Frezza, 13 anni appena compiuti, (ACLI III RM), non perde contatto dalla leader della gara che chiude in 8.55.57, a soli due secondi dalla medaglia d’argento (8.57.79). Altra piacevole sorpresa è quella di Giulia Sgoifo (Cus Ferrara) che nella sua gara di esordio nel mondo dell’atletica stabilisce il nuovo record italiano nei 1500 piani (TF20 donne) portandolo a 6.17.47 e destando impressione soprattutto considerando il ritmo certamente  elevato nei primi giri. Sembra avere un gran margine l’emiliana, che si allena nella specialità da soli 2 mesi. Gran bel 7”43 sui 60 piani per Gaetano Schimmenti (At. Osimo),  reduce dal sesto posto ai campionati europei Inas di Praga. Ottime prestazioni nei 60 donne TF20 anche per Florence Repetto (Anthropos Civitanova, 8’’92) e Eugenia Zucchiatti  (Giuliano Schultz, 8’’99),  entrambe per la prima volta sotto i 9.00 secondi, con la Repetto che si avvicina a soli 3 centesimi ad uno dei primati nazionali più datati. La prima giornata è chiusa dalla prestazione superba di Daniel Gerini (Dis. Fabriano) che, al quarto lancio della gara del peso TF21 uomini,  ritocca di 22 centimetri il suo vecchio limite portandolo a  9,63.

Nelle gare di domenica saranno altri tre i limiti nazionali infranti. Ad aprire le danze è di nuovo  Sara Spano (Sardegna sport), che abbassa di oltre due secondi (39’’07) il vecchio limite sui 200 metri di Nicole Orlando. Una gara accorta, con una buona distribuzione dello sforzo, consente alla sarda di far suo anche un secondo primato dopo quello dei 60 della prima giornata. Pochi minuti dopo il suo compagno di squadra Simone Nieddu (Sardegna sport) ritoccherà il suo stesso primato negli 800  metri TF21 uomini, portandolo a 3’08’’85. Una gara dispendiosa la sua, con un avvio troppo rapido ed un errore di valutazione dei giri, che gli fa perdere tempo prezioso, ma non ne impedisce di abbassare di 5 secondi il precedente record. Stupenda e combattutissima, infine, la gara dei 200 metri TF20 donne, perfromance nella quale le quattro atlete del giro della nazionale, Eugenia Zucchiatti, Marta Bidoia, Florence Repetto e Mame Diara Fall, danno vita ad una lotta che le porta tutte sotto i 32 secondi. La spunta Eugenia Zucchiatti (ASD Giuliano Schultz) che riscrive in 30’’10 il record dei 200 ritoccato solo qualche giorno fa da Marta Bidoia nel corso dei Campionati Europei Inas di Praga. Partenza velocissima della Fall. Più regolari le altre, soprattutto la Zucchiatti,  che alla seconda curva passa in testa e vola verso il nuovo record italiano. Da segnalare le buone prestazioni di Antonio Di Mauro negli 800 TF20 uomini e di Fabrizio Vallone nei 3000 metri che avvicinano i limiti nazionali.

Di seguito si trasmette il link per scaricare e visualizzare i risultati ufficiosi del Campionato Italiano FISDIR di Atletica Leggera Indoor s.s. 2017.

Campionati Italiani Indoor s.s. 2017 – Risultati ufficiosi

 

Sabato 25 e domenica 26 marzo Ancona ospita il tradizionale appuntamento di inizio d’anno con i Campionati Italiani Indoor, ormai tappa fissa del calendario nazionale negli ultimi anni.
L’ovale del PalaIndoor, l’anno scorso teatro anche dei mondiali Inas, ospiterà la sesta edizione degli assoluti indoor, manifestazione alla quale prenderanno parte 100 atleti  in rappresentanza di 23 società nelle categorie TF20 e TF21, 75 nella prima categoria e 25 nella classe 21.

Nella classe TF20 il grande assente sarà Raffaele Di Maggio: il bronzo europeo di Praga salterà l’appuntamento marchigiano per l’infortunio che lo terrà lontano dalle piste. Lo scorso anno il siciliano corse su questa pista i 60 metri in 7’’11, fissando il primato cadetti della FIDAL. Sarà un peccato non poterlo vedere in gara. Sicuramente ci saranno i reduci dall’esperienza Inas in Repubblica Ceca: Eugenia Zucchiatti, vincitrice della finale B sui 60 metri, Marta Bidoia che attraversa un ottimo stato di forma come testimoniato dall’esperienza in nazionale e Florence Repetto tra le donne; tra gli uomini non mancherà il padrone di casa Ruud Koutiki, il quale continuerà la ricerca della migliore condizione in vista dei prossimi impegni, l’osimano Gaetano Schimmenti e il veterano Antonio Di Mauro. Tra gli iscritti c’è anche Mario Bertolaso, al quale un problema fisico alla vigilia degli europei ha negato la partecipazione all’importante rassegna continentale. Speriamo di poterlo ammirare in gara.

Nella classe 21 grande è l’attesa: l’ultimo appuntamento furono i Trisome Games 2016 dove i nostri ragazzi conquistarono la bellezza di 19 medaglie (7 ori, 6 argenti e 6 bronzi), contribuendo in maniera decisiva nella vittoria finale del medagliere della manifestazione.

Confermati i due highlander dell’Aspea Padova Casarin e Zugno, certamente presenti i loro compagni di squadra Giulia Pertile e Stefano Lucato, l’occasione sarà bella e importante anche per ritrovare gli altri compagni di nazionale, tra i quali non mancherà Nicole Orlando, attesa protagonista della manifestazione.

Sabato e domenica dunque ci sarà grande attesa per la manifestazione, come di consueto abbinata all’evento nazionale FISPES.

Nella foto Fabrizio Vallone (Foto Ficerai)